Il PSG mantiene l’imbattibilità, ma quanti rischi contro il Cus Ancona

Il PSG mantiene l’imbattibilità, ma quanti rischi contro il Cus Ancona

L’imbattibilità mantenuta è l’unica cosa da salvare per il PSG nel derby contro il CUS Ancona. La squadra di Capretti deve tentare di fare bottino pieno per mantenere saldamente la testa della classifica, ma dal Palaorselli esce invece il segno “X”, frutto di un pirotecnico 5-5 finale. Grandi meriti vanno dati alla squadra di Fabio Carletti, messa in campo con grande predisposizione al sacrificio in fase difensiva e abile in avanti a sfruttare le poche occasioni concesse dai giallorossi. E vogliamo limitarci a questo, evitando poi di commentare l’operato di una terna arbitrale sicuramente non all’altezza dell’incontro, le cui decisioni lasciano davvero tante ombre, sopratutto riguardo la gestione dei falli nell’arco di un match bello e combattuto.

Si presentano al completo i giallorossi, fatta eccezione per Balzamo tenuto precauzionalmente a riposo per una botta al ginocchio rimediata in Coppa. L’intenzione è quella di provare a fare la gara, ma senza esporsi eccessivamente. Subito pericolosi però i dorici e Corvatta deve metterci una pezza, ma dall’angolo che ne segue, complice un mal posizionamento difensivo, si lascia sorprendere sul suo palo da un tiro sporco, deviato da Vidal. Macina gioco il PSG, ma si capisce subito che Vittori è in giornata stellare, abile com’è nel neutralizzare qualsiasi conclusione arrivi dalle sue parti: Guzman e Sgolastra ci provano davvero in tutti i modi ma il numero 1 biancorosso risponde sempre presente, fino al gol di Vidal che capitalizza il tap-in sul tiro di Pereira e impatta il match sulla’1-1. Passa pochissimo però e i dorici ritrovano la via del vantaggio: Yeray indirizza forte ma centrale la punizione assegnata per il contestato fallo di Silveira, e Corvatta resta immobile a guardare. Si fa arrembante la manovra del PSG ed in almeno 3 circostanze (incredibile la doppia parata sui tiri da distanza ravvicinata di Sgolastra e Diomedi) Vittori salva letteralmente il risultato. AL 12’ però Pereira trova la via del pareggio con una bellissima girata delle sue. Sembrerebbe poter cambiare l’inerzia del match, coi dragoni che continuano a spingere, ma arriva al 16’ un’altra doccia gelata: Guzman in azione solitaria viene abbattuto in area e sul ribaltamento di campo Diomedi viene punito con un sesto fallo che fa infuriare la panchina dei padroni di casa. Ne fa le spese anche Batocco allontanato dall’arbitro ma sopratutto è tiro libero per la squadra di Carletti. Zizzamia fa 2-3 dopo che Corvatta era riuscito a respingere il tiro dal dischetto. Arriva prima della sirena anche il sesto fallo del Cus Ancona e sul dischetto si presenta la sentenza Sgolastra: Vittori stavolta non concede miracoli e il tempo si chiude sul 3-3.

La ripresa si apre con il PSG che spinge tantissimo alla ricerca del gol del vantaggio: clamorosi i due legni colpiti da Silveira prima e Sgolastra poi, come anche clamorosa è l’occasione con cui prima Silveira esalta ancora una volta le qualità di Vittori e poi Pereira sul tap-in a botta sicura indirizza sull’esterno della rete. Meriterebbe questo benedetto vantaggio il PSG, e come se lo meriterebbe, invece ci pensa Belloni in una rara apparizione in avanti dei dorici, a siglare in girata il gol del 3-4. Rabbiosa la reazione dei dragoni che impattano ancora una volta il match con Guzman, servito benissimo da Silveira. Palla scagliata sotto la traversa di Vittori e 4-4. E ancora lo spagnolo protagonista in occasione del gol che porta dopo tante sofferenze i dragoni in vantaggio: azione sulla fascia e tiro forte in direzione del secondo palo che trova la deviazione di un avversario sotto porta. 5-4 che fa sognare un’altra impresa, dopo essere andati sotto per ben 4 volte. Stavolta è il CUS a dover risalire la china, e si affida sopratutto alle conclusioni da fuori di Junior senza troppi risultati. Non azzarda il portiere di movimento mister Carletti a 4’ dal termine. Spera di riagguantarla senza rischiare troppo. Ma al minuto 19’ è costretto a dover tentare il tutto per tutto. Ma la svolta arriva dalla parta opposta del campo, dove da un’azione d’angolo per i dragoni, su una palla vagante che rotola davanti a Vittori, Junior e Sgolastra entrano in contatto e per gli arbitri è fallo in attacco del capitano giallorosso, il sesto per i dragoni. Accese ancora una volta le proteste dalla panchina di casa, e non potrebbe essere diversamente. Fatto sta che sul dischetto va Belloni che spegne le speranze potentine di fare punteggio pieno, indirizzando sotto il sette alla destra di Corvatta. Finisce 5-5.

Non ci stanno i ragazzi di Capretti. Perdere punti così fa davvero tanto male. La sensazione è che nelle ultime settimane purtroppo stiano accadendo episodi strani, proprio dopo il “rumore” fatto all’indomani del rinvio della gara con il Civitella, di cui tra l’altro è stata da qualche giorno resa nota la data del recupero (28 Marzo alle ore 18,30), ancora una volta senza che nessuno ci abbia minimamente contattato. Al di là di questo va dato merito alla squadra di Fabio Carletti, di aver disputato un match attento e cinico, sorretti dal muro invalicabile composto da Junior e Vittori, e da due lì davanti come Belloni e Yeray sempre pungenti. Nulla da dire poi sull’impegno messo in campo dai nostri, apparsi tra l’altro in ripresa anche atleticamente, cosa che forse nelle ultime uscite era un po’ venuta a mancare. In classifica mantengono ancora il primato i giallorossi ma ora le lunghezze dal duo Civitella-Angelana si riducono a due, e vanno considerati per giunta i due recuperi degli abruzzesi uno dei quali è proprio lo scontro diretto. Niente è perduto. Siamo ancora in lotta è c’è da scommetterci che lotteremo fino alla fine, su ogni fronte, Coppa compresa. Il destino in fondo è pur sempre ancora tutto nelle nostre mani, ed è tutto da scrivere.

ps. in un post su Facebook la società ha deciso di lanciare un simpatico sondaggio: “Quanti di questi falli voi avreste realmente fischiato?”

il video:  https://www.youtube.com/watch?v=5hNrfZmVZso

Loris Petrocco

Ufficio Stampa A.S.D. PSG Potenza Picena

____________________________________

 
Loris Petrocco
ElleppiLab.it – Graphic, WebDesign & VideoMaking
Mobile > 331 8397816