Il PSG aggancia in vetta il Civitella: la Coppa Italia è sempre più vicina

Il PSG aggancia in vetta il Civitella: la Coppa Italia è sempre più vicina

Che potesse essere un turno di campionato favorevole ai dragoni, se lo auguravano un po’ tutti in casa PSG. Prima di guardare però con interesse al risultato di Angelana-Civitella c’erano da mettere in cascina 3 punti col Futsal Todi. E la missione non era per nulla scontata visti, non solo i numeri degli umbri, ma sopratutto la vittoria un po’ a sorpresa ottenuta contro la più quotata Montesilvano, proprio nel posticipo di lunedì sera. I giallorossi svolgeranno alla grande il loro compito e il contemporaneo (pirotecnico) pareggio per 8-8 di Cannara, regalerà loro il primato, seppur in coabitazione con gli abruzzesi.

I ragazzi di Mariotti provano in avvio di gara a spaventare i dragoni: prima un palo salva Corvatta e poi una seconda occasione mancata di pochissimo scuotono i giallorossi che iniziano a macinare gioco in quantità e qualità. Apre le danze Balzamo, sempre più decisivo anche in zona gol, con un destro da posizione centrale, ben servito da Sgolastra, bravissimo a liberarsi di un paio di uomini. Il Todi cerca di restare aggrappato disperatamente alla gara affidandosi ad un superlativo Barigelli, fino a quando deve anche lui capitolare per la seconda volta di fronte al destro di Guzman, ben imbeccato dal sempre decisivo Vidal. 2-0 e gara già bella che indirizzata. Invece proprio dal palo colpito in pieno da Sgolastra (gol che avrebbe mandato i suoi al riposo sul 3-0), si innesca una micidiale ripartenza umbra che porta Introppico a tu per tu con Corvatta: sul primo tentativo il portiere argentino è bravissimo ad opporsi ma sul seguente tap-in dello stesso giocatore non può far altro che raccogliere la palla dalla rete. 2-1 e squadre al riposo.

Nessun contraccolpo psicologico nella circostanza, a testimonianza ancora una volta del gran carattere di cui dispone questa squadra. Per gli umbri a complicare notevolmente le cose, arriva l’infortunio a Barigelli costretto ad abbandonare il terreno di gioco anzitempo. I dragoni riprendono a creare ficcanti trame offensive che si concretizzano ben presto con il gol del 3-1 che porta la firma di capitan Sgolastra: riceve palla da Vidal stando spalle alla porta, la protegge, si gira in un fazzoletto e lascia partire un sinistro alla sua maniera che si infila tra due avversari e fa secco l’incolpevole Galletti. Il bello è che ormai prodezze del genere dal n.8 giallorosso quasi non ci sorprendono più, per quante ce ne sta regalando. E si ripete il capitano, ancora con una magia, dal coefficiente di difficoltà forse ancor più elevato: riceve palla stavolta da Silveira, manda fuori tempo un difensore, mette a sedere il portiere e deposita dolcemente a porta vuota. Altra perla che si andrà ad incastonare perfettamente nella sua compilation personale di realizzazioni. Finita qui? No perché oggi il capitano ha deciso di portarsi a casa il pallone realizzando pure la rete che difatti chiude definitivamente i giochi, anche se del Todi già da inizio ripresa non vi è più traccia: stavolta l’azione la innesca il sempre reattivissimo Diomedi che sradica un pallone ad un avversario e la cede ancora a Sgolastra che si invola dalle parti di Galletti e lo batte ancora di sinistro. Un gol “quasi” normale una volta tanto, ma realizzato con la solita classe ed eleganza che ne fanno fino a questo momento l’autentico MVP del campionato. Alla cronaca finirà pure la prima doppietta personale dell’ultimo arrivato in ordine tempo in casa potentina, lo spagnolo Samuel Guzman, bravissimo nell’occasione a farsi trovar pronto all’appuntamento con il gol su suggerimento da calcio d’angolo di Leonardo Bonci, a cui Capretti inizia a concedere minuti importanti a fine gara, come anche all’atro gioiellino Matteo Galanti, entrato sempre nel finale del match.

Con l’aggancio al Civitella in vetta e la qualificazione al tabellone di Coppa Italia ormai sempre più alla loro portata, si godono questo grande momento i ragazzi di Capretti, consapevoli però che ora bisognerà raddoppiare gli sforzi per restare lì davanti. Prossimo impegno sabato al Circolo Tennis Trave di Fano contro la matricola Etabeta, ferma all’unico punto conquistato in campionato, guarda caso proprio contro il Todi. Capretti c’è da giurarci, vieterà ai suoi di guardare la classifica nell’avvicinamento alla gara, onde evitare pericolosi capogiri.

Loris Petrocco
Ufficio Stampa A.S.D. PSG Potenza Picena