Il Presidente Bergamini alla DS: “Il movimento va alimentato e sostenuto”

Il Presidente Bergamini alla DS: “Il movimento va alimentato e sostenuto”

Ospite ieri sera in studio alla Domenica Sportiva, il Presidente della Divisione C5 Luca Bergamini ha avuto l’occasione di raccontare il suo amore per il futsal, spendendo parole importanti per tutto il movimento, a partire dalla Nazionale.

“Ci siamo qualificati con due giornate di anticipo per Euro 2022 – ha esordito il Presidente -. Il nuovo corso, che ha sposato una linea verde e di calciatori di qualità, ha fatto bene. Venivamo da una eliminazione bruciante nelle qualificazioni al Mondiale e siamo ripartiti con un allenatore, Massimiliano Bellarte, giovane e in gamba, a cui faccio pubblicamente i complimenti perché sta svolgendo un ottimo lavoro“.

La crescita della disciplina passa attraverso le parole del numero uno di Piazzale Flaminio: “Negli ultimi anni il futsal ha fatto passi in avanti da gigante, è un mondo cresciuto tanto in cui c’è una socialità fortissima. Lo reputo il più fisico degli eSports. C’è velocità, c’è immediatezza, in cui si ritrova una dinamica di gruppo che riempie la vita di chi, come me, ha vissuto di spogliatoio e rapporti umani”.

Un passaggio sul futsal femminile: “Ha un grado di espansione incredibile – commenta Bergamini -, ne sono rimasto favorevolmente stupito, è anche molto credibile da un punto di vista tecnico e di spettacolarità”.

E se in un periodo duro come questo il futsal ha retto, il merito è tutto delle società: “Nei Campionati Nazionali abbiamo oltre 220 club che fanno attività maschile e femminile: i sacrifici dei presidenti, che non si sono mai fermati durante la pandemia, sono incredibili. Il movimento va bene, ma va alimentato e sostenuto: in questi anni si è auto-generato e protetto, tanto che le società sono molto più forti di noi. Dobbiamo aiutare questa crescita e sostenerla”.

In chiusura di trasmissione, il lancio della prossima diretta su Rasiport, sabato alle 19 c’è Acqua&Sapone-Italservice Pesaro: “Una partita da non perdere. Prima contro seconda, chi ama il futsal o anche chi vuole imparare a conoscerlo: non c’è partita migliore”.