Il Prato torna tra le mura amiche: all’Estraforum c’è il Castello

Il Prato torna tra le mura amiche: all’Estraforum c’è il Castello
Torna tra le mura amiche il Prato Calcio a 5, che dopo gli shock degli ultimi giorni si rituffa finalmente in campionato. In calendario domani (sabato 19 novembre 2016) c’è la nona giornata che prevede per i biancazzurri un avversario particolarmente scorbutico, la matricola Castello. Il calcio d’inizio all’EstraForum verrà dato alle ore 16, arbitreranno Aricò di Bra e Pasquino di Nichelino.
Match delicato per entrambe le compagini. Gli ospiti bolognesi vogliono la prima, storica vittoria in A2 e puntano sull’ex biancazzurro Salles oltre che sui vari Drago, Escobar, Cavina.
Il Prato, per parte sua, pur se in formazione d’emergenza vuole rispondere sul campo agli incredibili eventi ed alle ondate di fango di questi giorni.
Rispetto a sabato scorso rientrerà un leader del calibro di Murilo. L’italo-brasiliano, le cui condizioni fisiche sono in netto miglioramento, ha scontato la giornata di squalifica per somma di ammonizioni.
Si punta anche al recupero in extremis di Mecca. L’attaccante pratese è fresco di tre punti di sutura per il colpo rimediato tra le sopracciglia sabato a Milano, non si è mai allenato ma ha tutta l’intenzione di provare ad esserci.
Ancora out Benlamrabet. I tempi di recupero del talentino laniero saranno nuovamente valutati nei prossimi giorni.
In panchina andrà, per la seconda volta consecutiva, Stefano Tesi. L’ex giocatore laniero, attuale tecnico dell’Under 21 che ai tempi di Velasco giocò anche in serie A1, è stato catapultato in prima squadra ed a Milano ha fatto bene. Suo, anche contro il Castello, sarà il timone di comando.
“Ci siamo allenati molto bene – dichiara mister Tesi -. Il rientro di Murilo per noi è molto importante. Spero di poter contare anche su Mecca. C’è tanta voglia di fare da parte di tutti. Vedo i giocatori molto tranquilli e convinti. Spero che anche i miei giovani cambino marcia. Questa potrebbe essere la loro grande occasione, devono capirlo e divorare il campo per la voglia di giocare”.
Tesi, che partita è questo match col Castello che arriva in un momento così assurdo per il Prato?
“E’ una sfida fondamentale per il morale, per la società, per tutto l’ambiente che ha voglia di ripartire dopo lo shock della settimana scorsa. Allo stesso tempo però è una partita che conta tre punti come tutte le altre. E’ giusto quindi affrontarla con voglia e determinazione ma senza tensioni o pressioni particolari”.
A proposito di pressione, la carenza di titolari impedirà – pensiamo – un Prato a tutto pressing. O no?
“Certo non potremo giocarcela tutta in pressione alta. In settimana ci siamo allenati sia a tenere la difesa bassa che ad andare a prendere gli avversari. Siamo pronti a tutto. Contiamo tantissimo sull’aiuto del nostro pubblico. Saranno gli appassionati a spingerci, dovranno essere la nostra arma in più”.
Com’è andato il salto, pare temporaneo, in prima squadra?
“I ragazzi hanno confermato la loro serietà. Mi hanno aiutato da subito. Del resto il mio lavoro è simile a quello di chi c’era prima, crediamo nello stesso tipo di calcio a 5. Non ho avuto grosse difficoltà né ho stravolto alcunché”.
Come valuti il Castello?
“La loro classifica è bugiarda. E’ un avversario che ci porrà di fronte numerose difficoltà. Non sono male per nulla e questo ci aiuterà a non prenderli sotto gamba”.
Ufficio Stampa: Pier Paolo Fognani