Il miniciclo si chiude con un’altra vittoria: i Dragoni passano al PalaCus di Ancona

Il miniciclo si chiude con un’altra vittoria: i Dragoni passano al PalaCus di Ancona

I dragoni tirano fuori un’altra prova di altissimo spessore anche al PalaCUS di Ancona, e chiudono questo miniciclo fatto di 3 gare in 7 giorni con 3 vittorie decisamente convincenti. La squadra di Fabio Carletti prova a resistere in tutti i modi alla grande dose di qualità tecnica messa in campo dal PSG, e ci riesce un tempo, ma alla fine gli universitari devono inchinarsi subendo una sconfitta per 6 reti a 3.

I padroni di casa partono bene e già al 3’ Junior porta in vantaggio i suoi sfruttando una bella ripartenza. Ma la reazione dei ragazzi di Capretti è foroce: Vidal al 7’ con un gran sinistro spacca la porta difesa da Vittori e Balzamo al 14’ porta in vantaggio i suoi ben appostato sul secondo palo ad attendere il puntuale assist di Silveira. I biancoverdi trovano appena un minuto dopo il gol del 2-2 con cui si chiuderà la prima frazione: è Yeray a far secco Corvatta su calcio piazzato.

La ripresa si apre con l’ennesima autentica magia di capitan Sgolastra: fa suo un pallone vagante e in un lampo si gira e di sinistro calcia una sassata sotto la traversa, con Vettori che può solo guardare. Sale in cattedra anche il brasiliano Silveira, che pur concendendosi un turno di riposo in quanto a marcature sul tabellino, non manca di servire autentici cioccolatini ai suoi compagni: suo è infatti l’assist con cui al 26’ mette Vidal a tu per tu con Vittori, ed in grado di segnare il 2-4, come anche il passaggio sempre per Vidal che taglia letteralmente in due la difesa anconetana, e lo mette in condizione di mandare a rete ancora Sgolastra per il 2-5 che chiude virtualmente i giochi, al termine di un’azione assolutamente irresistibile. E’ un PSG che incanta letteralmente il competente pubblico del PalaCUS dipingendo futsal a profusione. Ai ragazzi di mister Carletti il merito di non mollare totalmente, tanto da trovare con Iban Alcaraz la bellissima rete del 3-5, che ad ogni modo non crea troppi pensieri ai giallorossi. I dragoni finiranno per trovare anche il sesto gol, il cui merito è da attribuirsi a Bonci, finalizzatore di una micidiale ripartenza, anche se la palla terminerà in rete per la piuttosto evidente deviazione di Bianchi.

Restano saldamente al secondo posto in classifica i potentini, mettendo l’Angelana a 4 distanze in attesa del recupero con la Tenax, e possono dedicarsi a preparare con tranquillità la prossima delicata sfida con il Todi al Pala Orselli. Gli umbri se da una parte hanno il peggior attacco del torneo, possono però vantare anche una delle migliori difese, avendo subito solo 14 reti in 6 gare. A Capretti come sempre il compito di tenere altissima l’attenzione.
Loris Petrocco
Ufficio Stampa A.S.D. PSG Potenza Picena