Il Maracanà si prende derby e playoff: battuto il Real Lions Ancona Portonovo

Il Maracanà si prende derby e playoff: battuto il Real Lions Ancona Portonovo

Con una performance tappezzata da una dose massiccia di cuore, tecnica e tanta voglia di prevalere in un superderby molto sentito contro una squadra in forma e composta da molte giocatrici di altissimo livello, il Maracanà Dream incassa 3 punti preziosi che consentono di sperare ancora nella post season. Anzi, il minimo scarto finale non rende giustizia alla squadra morrovallese che, complici ben 4 legni colpiti, molte opportunità  in cui Chiaraluce si supera in paratone ed infine delle elementari occasioni fallite banalmente durante il lungo tempo del portiere di movimento dorico, avrebbe potuto chiudere il match con un punteggio ed un divario ben superiore. Comunque questa dodicesima vittoria stagionale, impreziosisce la super stagione del team giallorossoazzurro e rende merito al gran lavoro di tutto lo staff che sta dietro alle quinte della squadra.

PRIMO TEMPO: Dopo una fase iniziale di studio con alcuni tiri dalle due parti non particolarmente pericolosi, Chiaraluce si fa notare per due decisive deviazioni di piede istintive (8° e 9°) su frecciate ravvicinate di Rogani e La Ferrara. Vantaggio l0cale con La Ferrara che triangola con Marani, si fa largo fra Anselmi e Cremonesi per poi scaricare a destra verso Rogani, travolgente piatto al volo di destro e palla in rete ineluttabilmente. Subito dopo mirabolante balzo di Chiaraluce ad evitare il raddoppio su sassata di Rogani. Poi c’è l’1-1 con Mencaccini che scippa palla a La Ferrara a va a tu per tu con Fermani che la mura, palla verso Cremonesi, siluro detonante e sfera che strappa la rete locale. Il vantaggio del Maracanà arriva quando Giuva ruba la sfera a Mencaccini e poi, dopo un doppio scambio, srotola la palla verso La Ferrara che, al pari di un sicario dall’olfatto fine come quello di una volpe, si alza la palla di destro per poi mulinarla tempestosamente in rete di sinistro in controbalzo. Al 19° Giosuè intercetta Corrao, scarta verso il centro evitando Cremonesi e spara una fucilata che supera Chiaraluce ma va a conficcarsi alla base del palo destro. 28” dopo la ’99 Frontini stoppa Anselmi e rilancia la 2000 Giuva sulla destra, galoppata criniera al vento sulla tangenziale mancina con superamento di Corrao in velocità, rientro al centro ed arriva la rete con un’intelligente volèe bassa sul primo palo che coglie sbilanciata Chiaraluce.

SECONDO TEMPO: All’esordio delle ostilità dopo il thè caldo negli spogliatoi, Fermani ferma Mencaccini tuffandosi perfettamente. Poco oltre, Anselmi traccheggia caparbiamente a sinistra, vince un rimpallo e traversa in mezzo dove Corrao, in anticipo volante su Giosuè, piazza il cuoio a punto. Il Maracanà allora spiega tutte le vele al vento e prende il largo nel punteggio; il 4-2 si materializza quando La Ferrara vince un tackle con la quasi omonima Ferrara e con una cannonata sminuzza la traversa dorica, il cuoio rimbalza verso destra dove Rogani, pronta come un avvoltoio, la gira in rete quasi da fondo campo con una veemente ed imparabile rasoiata. Dopo che Chiaraluce smanaccia sulla traversa uno spiovente di Rogani, arriva la quinta rete locale. Fermani fa una proposta allettante verso La Ferrara che spinge sull’acceleratore solfeggiando una percussione armoniosa con dribbling su Ferrara, per poi terminarla con un destro basso alla nitroglicerina nell’angolino basso alla destra di Chiaraluce. A questo punto coach Massa chiama time out per riordinare le fila e far entrare Mencaccini come quinto di movimento ad oltre 10’ dalla fine. Questa mossa da origine però ad una mole di occasioni che le locali hanno il grave torto di non sfruttare per chiudere definitivamente il match. Giosuè verso La Ferrara, sombrero che cade sulla traversa dorica. Giosuè arraffa la palla a Ferrara, avanza evitando lo sgambetto di Primavera e calcia sicura in gol, salva Cremonesi sulla riga. La Ferrara verso Ciccioli in mezzo all’area sola a porta praticamente vuota, martellata che rimbalza incredibilmente sulla traversa. Ancora Ciccioli, dopo palla stoppata, la indirizza verso la porta inerme, out di un palmo. Rogani triangola con Marani che calcia piano verso la porta dorica spalancata, in spaccata salva il gol fatto Ferrara. Dopo uno sciupio così eclatante arriva la giusta punizione: Mencaccini da “quinta” trova abilmente il taglio verso Corrao che, al volo sul secondo palo, immette il pallone sotto il tetto della rete. Maracanà che non ci sta e trova finalmente il sesto gol subito dopo. Rogani smista verso Giosuè che accalappia la palla e sfreccia come una corvette sulla route 66 e poi fredda Chiaraluce (appena rientrata dal cambio con Mencaccini) con una “puntinata” incandescente che strapazza la rete biancorossa. Un errore difensivo, con Ferrara che intercetta un passaggio di Ciccioli e pizzica la porta locale mediante un chirurgico diagonale basso, tiene il Real Lions attaccato per i capelli alla gara. Le ragazze di Tiberi cercano di affondare ancora i colpi, Chiaraluce ferma addirittura la sventola della collega Fermani, La Ferrara sfora il palo sinistro, Rogani sequestra palla a Ferrara e la sforna verso la porta discretamente vuota ma Cremonesi salva ancora il gol. Le ospiti impegnano Fermani con Anselmi sola a sinistra. Ad 8” dal termine, Rogani smarca Ciccioli che manca la porta da due passi, sull’azione seguente incredibile rete di Cremonesi con un passante spettacolo da destra sotto il primo incrocio, mancano solo 4” e non c’è più tempo: al triplice fischio scatta la fiesta morrovallese.

MARACANA’ DREAM FUTSAL MORROVALLE – REAL LIONS ANCONA    6-5

MARACANA’ DREAM FUTSAL: Samantha Fermani (gk, n°1), Greta Frontini (n°5), Michela Ciccioli (n°6), Silvia Rogani (n°7), Silvia Giosuè (K-n°9), Francesca Gasparrini (n°10), Norma Giuva (n°11), Federica Marani (n°12), Luisa La Ferrara (n°13), Alissia Tosi (n°17), Chiara Attaccalite (n°21,gk), Elena Ruggeri (gk, n°23). All.: Giuliano Tiberi.

REAL LIONS: Giulia Chiaraluce (gk-n°1), Stefania Corrao (n°2), Valentina Gagliardi (n°5), Martina Mancaccini (n°6), Simona Anselmi (k-n°10), Diletta Cremonesi (n°11), Concetta Primavera (n°20), Erika Ferrara (n°21), Alessia Galli (s.n.), Gioia Marcelli (gk-n°22). All: Mirko Massa.

Arbitri: Fabio Massicci (S. Benedetto del Tronto), Gabrio Scarpetti (S. Benedetto del Tronto).

Cronoman: Roberto Acella (Macerata).

Reti: 10’40” p.t [1-0] Silvia Rogani (MDF), 13’57” p.t. [1-1] Diletta Cremonesi (RLA), 17’48” p.t. [2-1] Luisa La Ferrara (MDF), 19’24” p.t. [3-1] Norma Giuva (MDF) \ 03’57” s.t. Stefania Corrao (RLA), 08’50” s.t. [4-2] Silvia Rogani (MDF), 10’19” s.t. [5-2] Luisa La Ferrara (MDF), 13’40” s.t. [5-3] Stefania Corrao (RLA), 15’26” s.t. [6-3] Silvia Giosuè (MDF), 16’10” s.t. [6-4] Ferrara (MDF), 19’56” s.t. [6-5] Diletta Cremonesi (RLA).

Note: Spettatori 140 circa. Al 18’56” p.t.-palo- Silvia Giosuè (MDF), 09’55” s.t.-traversa- Silvia Rogani (MDF), 10’27” s.t.-traversa- Luisa La Ferrara (MDF), 12’05” s.t.-traversa- Michela Ciccioli (TT).

PAOLO TAMBURRINI