Il Maracanà esce alla distanza e batte 5-1 la Real Fenice

Il Maracanà esce alla distanza e batte 5-1 la Real Fenice

Non è stato facile per l’MDF venire a capo di questa partita perché la Real Fenice si è dimostrata una compagine quadrata, tosta fisicamente e anche ben messa in campo, con il pivot Costantini, elemento molto pericoloso in costante agguato. Ci son voluti pazienza con tenuta mentale e fisica fino al termine, cuore, belle giocate coadiuvate da un necessario “killer-instinct” e, perché no, anche un pizzico di buona sorte che non guasta mai, per ottenere questa vittoria, alla fin fine meritata. I primi minuti non vedono grosse occasioni per le due squadre; Le veneziane si affidano ai lanci lunghi del portiere verso la boa Costantini che in verità, impegna molto severamente Fermani in due occasioni, al 4° e all’8°. In mezzo per le locali, una percussione solitari di Di Buò fermata furbamente da un contrasto al limite di Giampaoletti che la sbilancia, ed una bella botta di Frontini chiusa da Gava sul primo palo. Via via, il Maracanà si fa più pericoloso con La Ferrara al 12° (a lato di un amen) e Rogani al 13° (di piedi ancora Gava). Sospetti al 14° quando Gava, dopo aver toccato il pallone, sgambetta La Ferrara praticamente sulla riga dell’area di rigore e forse oltre come sostiene la giocatrice locale, l’arbitro se la cava con un “giallo” per il portiere e l’arretramento del punto d’impatto pochissimo fuori la riga dei 6 metri. Al 15° palo pieno di La Ferrara, poi dall’altra parte c’è una bordata al volo di Bovo che sfiora l’incrocio destro della porta morrovallese. Finale con forcing locale, Rogani artiglia una respinta sbagliata di Vanzetto molla una considerevole sventola a colpo sicuro, vola Gava a deviare con la punta dei guantoni: angolo, Marani ci prova con convinzione, ancora di piede Gava. Al 18° gran azione della giovane Giuva che slalomeggia a sinistra e poi , di esterno destro, fa letteralmente la barba al palo lontano e in pratica, da qui si va al riposo. La ripresa inizia con un batticuore per le locali: break di Costantini che allarga a sinistra per Marta Fava, diagonalone infuocato e palo stampato rumorosamente. Una manciata di secondo dopo triangolo Marani-La Ferrara-Marani e quest’ultima, con lo specchio libero, viene trattenuta platealmente e lungamente per la maglia da Costantini che rimedia un “giallo”, ma salva un probabile gol. Al 5° arriva la rete giallorossoazzurra quando Giosuè, in mezzo al traffico dell’ora di punta in area lagunare, allarga a sinistra per La Ferrara, spettacolare piroetta e gran stilettata sul primo palo che gonfia la rete ospite. Dopo un bel tiro di Di Buò neutralizzato da Gava al 9° arriva il pareggio veneziano! Retropassaggio proibito di Rogani e punizione dal limite che la Cesarotto bombarda in gol ad altezza di teste della barriera; tutto da rifare per l’MDF! Le morrovallesi partono a testa bassa, anche se devono tenere d’occhio anche le ripartenze arancioni e al 15° arriva il nuovo vantaggio: Gasparrini entrata come pivot da poco, difende perfettamente palla da Vanzetto e poi smarca La Ferrara che giunge uccel di bosco a rimorchio con uno splendido colpo di tacco, primo tiro deviato da Gava, palla che s’impaluda in area, viene controllata dalla “13” morrovallese e poi sospinta con vigore nella porta rimasta indifesa. Un po’ di secondi passano ed arriva un brivido ghiacciato per le locali quando su angolo da sinistra di Fava, colpisce magistralmente al volo Costantini, traversa locale incocciata in pieno! Trascorre un’altra manciata di secondi quando Marani accende la miccia a La Ferrara a centrocampo, dribblings su Fava e Costantini per poi finalizzare il tutto con una puntata agghiacciante dal limite, che lascia di sasso Gava. Palla al centro, La Ferrara riconquista palla, va via sulla sinistra prima a Bovo in pallonetto poi a Vanzetto, da fondo campo assist smarcante che Gasparrini in piena area trasferisce violentemente in rete. Ormai le locali sono padrone del campo, Gava smanaccia su Ciccioli al 18° ed infine, a mezzo minuto dalla fine, arriva anche il pokerissimo: Silvia Rogani distende un passaggio vellutato che libera la diciassettenne Frontini al limite, tocco rapinoso, lento ma preciso, che si dilegua con indolenza verso la rete vuota dopo aver passato l’incolpevole Gava. E’ il “the end” che scorre sul fil della partita.

MARACANA’ DREAM FUTSAL MORROVALLE – REAL FENICE VENEZIA 5-1
MARACANA’ DREAM FUTSAL: Samantha Fermani (gk), Greta Frontini, Michela Ciccioli, Silvia Rogani, Silvia Giosuè (K), Francesca Gasparrini, Norma Giuva, Federica Marani, Luisa La Ferrara, Federica Di Buò, Alissia Tosi, Elena Ruggeri (gk). All.: Giuliano Tiberi.
REAL FENICE: Ketty Gava (gk), Sonia Allegra, Erika Cesarotto, Giulia Giampaoletti, Arianna Bovo, Marta Fava, Sara Contessotto, Melissa Franzin, Giulia Vanzetto (K), Sara Costantini, Matilde Cottini, Martina Meneghetti (gk). All.: Andrea Pagan.
Arbitri: Paolo Gobbi (Macerata), Lorenzo Cursi (Jesi).
Cronoman: Roberto Acella (Macerata).
Reti: 05’13” s.t. Luisa La Ferrara (MDF), 11’06” s.t.-punizione- Erika Cesarotto (RFV), 14’12” s.t. Luisa La Ferrara (MDF), 15’30” s.t. Luisa La Ferrara (MDF), 15’46” s.t. Francesca Gasparrini (MDF), 19’30” s.t. Greta frontini (MDF).
Note: Spettatori 120 circa con larga rappresentanza della torcida veneziana.
Falli di squadra: 0+5 \ 2+3.
PAOLO TAMBURRINI