Il Maracanà cade in casa: marchigiane sconfitte 3-1 dalla Torres

Il Maracanà cade in casa: marchigiane sconfitte 3-1 dalla Torres

 

Stop brusco e non del tutto meritato quello del’MDF che ha avuto di fronte una Torres dapprima molto convinta e con un approccio decisamente più aggressivo e consapevole alla gara, specialmente nel primo tempo dove le sarde hanno prodotto di più anche se non hanno avuto il conforto del gol causa alcune paratone di Attaccalite. Le locali hanno punto ma certamente con minore efficacia la frazione è finita 0-0. Ripresa che inizia con 2 reti in 53 secondi, facilitate da due disattenzioni dei portieri, impeccabili fino a quel momento. L’1-0 viene da una bordata bassa e lontana di Marani (lanciata da Attaccalite) che sorprende Spissu; subito dopo, su allungo di Marchese),  un’uscita leggermente anticipata di Attaccalite ed un rimpallo mette Sotgiu con la palla davanti alla porta vuota per lo scolastico 1-1 La gara si appiattisce un po’ e le due squadre si equivalgono poi, verso metà tempo, su una mischia le Torres passa avanti: imbucata di Marchese da destra per Dasara, tiro murato da Giuva in ripiegamento, palla che s’impantana li e per Dasara è facile mettere dentro da 1 metro. Da quel momento l’MDF finalmente si sveglia dal torpore che sembrava attanagliarla e comincia un forcing forsennato nella porzione di campo sassarese che dura per tutto il resto della gara, ma sbatte sulla difesa sarda guidata da una Marchese gladiatoria, versione frangiflutti, che spazza via tutto senza alcun complimento (a volte spazza senza esitazioni anche qualche avversaria che si avvia ad essere pericolosa e prende per questo un “giallo”), nel presidiare la propria metà campo. Dove non arriva la Marchese (mai uscita dal terreno di gioco per rifiatare), ci pensa Simona Spissu (come nella gara di andata) che allestisce una prestazione stratatosferica a difesa della rete rossoblù. Almeno una dozzina di parate mostruose da tutte le posizioni e in tutte le modalità, catalogabili fra il portentoso e prodigioso, che evitano la capitolazione in una specie di “assalto a Fort Apache” operato dalle morrovallesi. Ci provano La Ferrara 5 volte, Rogani 1 volta, Gasparrini 2 volte, Ciccioli 1 volta, Giosuè 2 volte, Giuva 1 volta, ma sempre Spissu in versione “Nembo Kid” rosa, svolazzando per l’aere o in uscita bassa, fa sacramentare a ruota libera tutto l’entourage gioallorossoazzurro, respingendo tutto al mittente. Quando poi su cannonata di Giuva è fuori causa, c’è Boi a far strozzare in gola l’urlo liberatorio del gol, facendo muro sulla riga di porta. In tutto questo baillame la Torres prova ad uscire dal guscio e colpisce un palo esterno con Canu anche se Attaccalite è sulla traiettoria  e nella stessa azione s’infortuna Ciccioli che sbatte con il capo sul palo ed esce dal campo. Ad una manciata di decimi dalla sirena, Spissu (che aveva appena fermato sulla riga il cuoio scagliato da La Ferrara su punizione) rilancia lungo con le mani, Puggioni incorna a spiovere e la palla cade nella rete locale fra la gioia delle ragazze rossoblù. Che dire, è stata una gara che sicuramente ha divertito il numerosissimo pubblico presente, ma per quanto fatto vedere globalmente, un pari magari sarebbe stato il risultato più consono, ma oltre che raro, questo tipo di risultato bisogna meritarselo, segnando le reti e non fallendo decisamente troppe facili occasioni per realizzarle, specialmente quelle a tu per tu col portiere avversario, peraltro concentrate al 75% nell’ultimo quarto di gara. L’MDF fin da adesso deve prepararsi con cura “maniacale” e decisa alle prossime 7 gare (più la F8 di Coppa Italia), per riprendere il filo del discorso portato avanti finora. Una gara storta, anche per i meriti delle avversarie, nell’arco di un campionato capita sempre, ma il cammino poi lo si deve riprendere con ferrea decisione.

MARACANA’ DREAM FUTSAL MORROVALLE – TORRES SASSARI  1-3 

MARACANA’ DREAM FUTSAL: Chiara Attaccalite (gk, n°21), Grata Frontini (n°5), Michela Ciccioli (n°6), Silvia Rogani (n°7), Silvia Giosuè (K-n°9), Francesca Gasparrini (n°10), Norma Giuva (n°11), Federica Marani (n°12), Luisa La Ferrara (n°13), Alissia Tosi (n°17), Elena Ruggeri (gk, n°23), Samantha Fermani (gk, n°1). All.: Giuliano Tiberi.ù

TORRES: Simona Spissu (gk, n°1), Elena Boi (K-n°2), Paola Zonza (n°3), Arianna Dasara (n°4), Sabrina Marta Marchese (n°5), Rosa Searuto (n°8), Maria Adriana Puggioni (n°9), Ilaria Canu (n°11), Eleonora Diez (n°14), Veronica Sotgiu (n°19),Eleonora Sandra Tiloca (n°20). All.: Federico Mario Desole.

Arbitri: Stefano Lavanna (Pesaro), Gianfrancesco Sorci (Pesaro).

Cronoman: Roberto Acella (Macerata).

Reti: 00’13” s.t. [1-0] Federica Marani (MDF), 00’53” s.t. [1-1] Veronica Sotgiu (TS), 10’56” s.t. [1-2] Arianna Dasara (TS), 19’59” s.t. [1-3] Maria Adriana Puggioni (TS).

Note: Spettatori 150 circa. al 13’34” s.t ammonita Sabrina Marta Marchese (TF) per fallo di gioco su Luisa La Ferrara (MDF), al 14’08” s.t.-palo- Ilaria Canu (TS).

Falli di squadra: 1+3 \ 1+3.07

 PAOLO TAMBURRINI