Il Giovinazzo vuole ritrovarsi. Marolla: “Possiamo ancora ambire ai playoff”

Il Giovinazzo vuole ritrovarsi. Marolla: “Possiamo ancora ambire ai playoff”

È un Giovinazzo C5 voglioso di ritrovarsi quello che sabato pomeriggio alle ore 15.00, seppur privo dello squalificato Piscitelli, si recherà sul campo dell’Alma Salerno, penultima della classe nel girone F di serie B. «C’è poco da dire – taglia corto il pivot Alessandro Marolla -. Non sarà una partita semplice, ma dobbiamo vincere, lottando uniti e compatti. Per iniziare una striscia di risultati positivi e perché vincendo possiamo tentare nuovamente l’assalto ai play-off». La sconfitta nel derby, intanto, brucia ancora, ma ora la formazione di Francesco Masi vuole ripartire: «Perdere un derby fa sempre male – continua Marolla -. Sicuramente non è una sconfitta facile da digerire, specialmente per un giovinazzese purosangue come me e per l’intera tifoseria biancoverde. Fa male, è vero, ma questa sconfitta ha acceso in tutti noi l’orgoglio di dimostrare che lotteremo sino all’ultima giornata per riuscire a regalare a questa città nuove soddisfazioni sportive».

L’OBIETTIVO – I play-off, tuttavia, a sette giornate dall’epilogo del torneo, sono distanti appena due lunghezze: «Sono il nostro obiettivo dichiarato – dice ancora Marolla – e proveremo a raggiungerli a tutti i costi. A noi serve serenità. Il campionato è molto equilibrato: è vero, ci sono ben 6 squadre in soli 5 punti, ma cercheremo di superare tutti gli ostacoli che troveremo sul nostro cammino al fine di raggiungere il nostro obiettivo. Sicuramente il nostro percorso è stato falcidiato dalle assenze come quella di Morgade, un giocatore fondamentale per noi sia a livello carismatico sia tecnico, ma col suo rientro sarà tutto più semplice. Influirà molto anche l’assenza del nostro capitano Depalma, sperando recuperi al più presto per darci una mano nelle partite più importanti. Questo, però, non deve rappresentare un alibi: adesso dobbiamo stare concentrati, essere consapevoli del lavoro importante che svolgiamo durante la settimana, dimostrare a tutti di esserci e – conclude Marolla – lottare su ogni pallone come se fosse l’ultimo».