Il Giovinazzo ospita il Rutigliano, Restaino: “È ora di invertire la rotta”

Il Giovinazzo ospita il Rutigliano, Restaino: “È ora di invertire la rotta”

Battere la Virtus Rutigliano e regalarsi la prima vittoria stagionale. È il sabato giusto per uscire dalla mediocrità, infrangendo un tabù che dura da quattro giornate (tre, in realtà, quelle disputata, nda). Il Giovinazzo C5 cerca il primo hurrà del girone C di A2, nel match casalingo in programma sabato pomeriggio alle ore 16.00, in un PalaPansini precluso al pubblico causa Covid-19: «Sarà una partita difficile, dura sin dal primo minuto – ammette Decio Restaino – e loro, proprio come noi, arrivano da una sconfitta. Noi, però, abbiamo bisogno di invertire il trend e soprattutto di conquistare i tre punti perché in casa non possiamo più regalare niente». I biancoverdi di Miki Grassi sono reduci da due ko consecutivi (in casa con il Cus Molise e in trasferta a Manfredonia, nda): «È stata una partita dai due volti: il primo tempo lo abbiamo giocato con la consapevolezza di poter affrontare l’avversario, ad armi pari giocando difensivamente molto bene e creando anche molto in fase offensiva senza però fargli troppo male – spiega il laterale -. Nel secondo tempo la loro esperienza sotto porta si è fatta sentire e la nostra poca concretezza ha portato al risultato finale di 3-1». A pagare caro, evidentemente, sono state alcune difficoltà sotto porta: «Sì, la nostra difficoltà è stata nel finalizzare le azioni – analizza Restaino -. Stiamo lavorando per poter migliorare questa pecca che può e deve farci fare il salto di qualità che meritiamo. Siamo un grande gruppo e ci stiamo allenando per poter cambiare questa situazione il prima possibile, provandoci già sabato contro la Virtus Rutigliano», club del Cataldo Guarino-bis. È dunque arrivato il momento di invertire la rotta. «È decisamente arrivato il momento. Come gruppo e come società meritiamo il cambio di rotta, ma soprattutto il salto di qualità – continua -. Sul nostro campo dobbiamo dare il massimo o almeno qualcosa in più, perché noi non possiamo più giocare bene e regalare punti, mentre la società e i nostri tifosi meritiamo i primi tre punti. Insieme – promette Restaino -, sono sicuro, ce la faremo».