Il già retrocesso Polistena condanna il Vitulano Drugstore Manfredonia: anche i sipontini salutano la Serie A New Energy

Il già retrocesso Polistena condanna il Vitulano Drugstore Manfredonia: anche i sipontini salutano la Serie A New Energy

Il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia perde inopinatamente con la retrocessa Cormar Polistena 4-5, nel penultimo turno del campionato e saluta amaramente la serie A. Una gara specchio della stagione, con tante occasioni sprecate, sfortuna, errori e il rimpianto di ciò che poteva essere e non è stato. In cronaca il match per i biancoceleste è stato compromesso già nei primi 4’ di gioco, con un incredibile 0-3 che porta le firme di Bukovec, subito dopo 19 secondi, una pregevole girata di Maluko e una secca conclusione di El Ouaz sul secondo palo. La squadra di Monsignori paga ancora una volta un approccio troppo soft ad un incontro determinante per la corsa salvezza e nonostante svariate chance e un Martino davvero super, riesce solo parzialmente a rientrare in partita, grazie al mancino di Boaventura e un tiro a giro di Sacon all’incrocio. Nonostante un commovente tifo incessante dei calorosi supporters locali, il Polistena gioca con ordine e onora il campionato non regalando nulla e riallungando a 90 secondi dall’intervallo con Diogo, che sfrutta un pasticcio difensivo della retroguardia di casa, con cui fissa il parziale all’intervallo sul 2-4.

La ripresa seppur un monologo sipontino non produce gli effetti sperati. Caputo riaccende la fiammella della speranza per i suoi. Il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia nonostante un forcing furioso che produce 5 legni (tra pali e traverse) è confusionario e frenetico sul parquet, vedendo scorrere cronometro e residue speranze. Il power play a 4’30” dalla sirena, dopo vari tentativi parati da un superlativo Martino, permette a Boutabouzi a 46 secondi dal termine di impattare. La voglia di vincere a testa bassa dei padroni di casa è una lama. Sul gong salvataggio sulla linea del Polistena su un flipper in area di rigore e sulla ripartenza di Bukovec a porta sguarnita, la palla che si infila è la sentenza della stagione. In virtù dei concomitanti risultati e il pari di Dosson, la Came avanti negli scontri diretti, è irraggiungibile per il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia che retrocede a malincuore tra le lacrime sugli spalti.