Il derby sorride alla squadra di D’Orto: Lazio k.o. a Fiano

Il derby sorride alla squadra di D’Orto: Lazio k.o. a Fiano

ROMA – L’Olimpus vince il derby con la Lazio e resta sola al comando della classifica del Girone B, a quattro punti di vantaggio dalla seconda classificata, quello Statte che sarà ospite al PalaOlgiata domenica prossima. 2-3 a favore della formazione di Daniele D’Orto: questo il punteggio finale al termine di una gara dominata per ampi tratti dalla compagine in maglia giallorossa.
LA GARA – La prima frazione di gioco è quasi totalmente di marca Olimpus. al 1′ Lucileia va vicina al vantaggio e, 22” dopo, centra il palo alla destra di Vecchione con un diagonale da destra. Ci prova Di Turi ma la sua conclusione viene deviata fuori da Giustiniani. Al 7′ è Lisi a scaldare le mani al portiere della Lazio che respinge la sua conclusione. All’11’ azione della Lazio con Rebe che verticalizza per Argento e la giocatrice della Lazio che calcia di poco fuori. Un minuto dopo, Taty dalla distanza impegna Vecchione alla deviazione in angolo. Nella ripresa l’Olimpus ingrana la marcia giusta e dopo soli 13” passa in vantaggio con una punizione perfetta di Lucileia (0-1). La giocatrice brasiliana ci riprova poco dopo con un tiro dalla distanza deviato fuori da Vecchione; pochi istanti dopo, azione fotocopia della Lazio con Pomposelli che non centra lo specchio della porta. 4′ e triangolo tra Lucileia e Cortes con il capitano dell’Olimpus che chiude l’azione andando al tiro, Vecchione respinge con i piedi. Un minuto dopo Cortes, spalle alla porta, serve Soldevilla che dalla trequarti calcia sotto la traversa, Vecchio ci arriva e devia in angolo. Quando il cronometro segna 9’38” l’Olimpus passa ancora con un’azione da incorniciare: Lucileia centralmente passa a destra a Soldevilla che spedisce la palla sul secondo palo dove arriva in scivolata Siclari che insacca (0-2). Due minuti dopo la Lazio accorcia con Duco, che approfitta di una respinta corta in area (1-2). L’Olimpus non cala di attenzione né di intensità a al 13′ va di nuovo a segno: la Lazio sta attaccando con il portiere di movimento, Cortes prende palla, alza la testa, vede la porta sguarnita e ne approfitta per calciare direttamente a rete (1-3). A tre minuti dal termine, la Lazio accorcia le distanze con Agnello (2-3) brava a calciare sotto la traversa da posizione favorevole. La gara si chiude così con l’Olimpus unita davanti ai propri tifosi e una vittoria che vale il primato.
CORTES – A fine gara, Leticia Martin Cortes analizza così la prestazione dell’Olimpus: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficilissima. Loro sono una squadra forte, si sono rinforzati anche con l’arrivo di Rebe, speriamo non si sia infortunata. E’ stata dura, abbiamo lottato fino alla fine e ce l’abbiamo fatta”. Che goal hai fatto? “E’ strano per me segnare una rete così. Sono molto contenta per i tre punti e per il primato in classifica. Questo è importante”.

LAZIO-OLIMPUS ROMA 2-3 (0-0 p.t.)
LAZIO: Vecchione, Rebe, Argento, Di Turi, Duco, Pomposelli, D’Incecco, Sanchez, Benvenuto, Agnello, Amici, Tirelli. All. Chilelli
OLIMPUS ROMA: Giustiniani, Lucileia, Martin Cortes, Siclari, Taty, Soldevilla, Lisi, Sorvillo, Bellucci, Esposito, Salinetti. All. D’Orto
MARCATRICI: 0’13” s.t. Lucilèia (O), 9’38” Siclari (O), 11’51” Duco (L), 13’30” Martìn Cortes (O), 17’31” Agnello (L)
AMMONITE: Duco (L), Amici (L), Lisi (O), D’Incecco (L)

Ufficio Stampa
Ottaviani Comunicazione