Il Cornaredo regge un tempo con la Domus Bresso: primo ko esterno per la squadra di Fracci

Il Cornaredo regge un tempo con la Domus Bresso: primo ko esterno per la squadra di Fracci

Prima sconfitta in trasferta in campionato per il Real Cornaredo, che deve alzare bandiera bianca nel classico derby lombardo al vertice sul campo della Domus Bresso, neo capolista insieme al Cagliari. I bressesi hanno meritato di conquistare i tre punti con una gara di alta intensità, dove hanno tenuto in buona parte il predominio del gioco e costruito un maggior numero di palle gol. I ragazzi di Fracci comunque, malgrado qualche assenza pesante, hanno tenuto bene il campo, mantenendo la porta inviolata fino al 19’, con l’ex Bosetti protagonista di alcuni buoni interventi. Anzi a metà primo tempo il Real è andato vicinissimo a sbloccarla, con Rovati che saltava Zamburlin in uscita, ma vedeva la sua conclusione a porta sguarnita respinta sulla linea da Sasso. Al 19’ la svolta del match, con la doppietta in 50 secondi di De Biasi che indirizzava il match in favore della Domus. Ad inizio ripresa Rovati provava a riaprire i giochi, segnando in girata il gol della speranza, ma subito dopo Dragone con un tap-in sul secondo palo spingeva in porta il pallone del 3-1. La squadra di Fracci non riusciva più a reagire e incassava altre due segnature di Privitera e Di Biasi che davano il colpo di grazia al match. Nel finale Di Clemente triangolava con Gramegna e si toglieva la soddisfazione del primo gol in serie B, che chiudeva il match sul 5-2. Sabato prossimo (30 novembre) il Real Cornaredo ospiterà al Pala Pertini l’Ossi San Bartolomeo, fanalino di coda senza punti in classifica.

 

DOMUS BRESSO-REAL CORNAREDO 5-2 (2-0)
Reti: 19’ e 20’ De Biasi (D), 3’ s.t. Rovati (RC), 3’ Dragone (D), 10’Privitera (D), 15’Di Biasi (D), 19’ Di Clemente (RC)

DOMUS BRESSO
: Arengi, Novia, Ferrari, Previtera, Battaia, Sasso, De Biasi, Di Maggio, Dragone, Surace, Marrone, Zamburlin. Allenatore: Alessio Battaia.

REAL CORNAREDO
: Bosetti, Calabretta, Messineo,  Bocelli, Rosa, Di Clemente, Scandaliato, Rovati, Gramegna, Garavaglia, Gentile, Stellini. Allenatore: Renato Fracci

Arbitri: Mirko Cino (Modena), Alessandro Accomando (Olbia); cronometrista: Gregorio Sommese (Lecco)

Ammoniti: Gramegna, Calabretta