Il Cagliari vince e convince: sei gol della squadra di Cocco al Grosseto

Torna a sorridere il Cagliari Futsal e lo fa con una vittoria scoppiettante e una dedica particolare. Il 6 a 4 contro Atlante Grosseto è rosa, per una vittoria che i ragazzi, mister Cocco e tutta la società capitanata dal presidente Marco Vacca, dedicano alle donne. È buona la quarta per i rossoblù, che contro un bel Grosseto riescono a ritrovare i tre punti che mancavano dalla gara contro Ciampino (la 6° di campionato). Il PalaConi si riscopre un vero bunker e i rossoblu, dopo il lungo digiuno, si riempiono la pancia di importantissimi tre punti. Il match, al cardiopalmo, ha mostrato il lato più bello di questo Cagliari e la vittoria ha il volto felice del gruppo che ha saputo soffrire nei momenti giusti e affondare il colpo quando ha potuto. Dall’altra il Grosseto ha fatto il suo, giocando ad alti livelli per gran parte di gara e mettendo a rischio la vittoria rossoblu. Dopo il successo odierno, la classifica si inverte, e dice Cagliari a quota 13 punti proprio davanti al Grosseto fermo a 12. Ma attenzione a cullarsi troppo, la bella vittoria di oggi è solo un passo verso la salvezza ancora lontana ma, oggi più che mai, la strada è quella giusta.
LA GARA. Se le partite iniziassero direttamente dal secondo tempo, per il Cagliari ci sarebbero tante gioie e pochi dolori. Ma anche contro i toscani i ragazzi di mister Cocco hanno mostrato due volti. Una prima frazione lenta e macchinosa contro un secondo tempo brillante, ricco di emozioni e di gioie. Ma anche nei momenti più belli, come in occasione della seconda rete di Piaz (5’55” st) stop di petto e tiro fulmineo all’angolino per il 4-2 e del gioiello targato Antonio Mura (7’04” st) dribbling secco sotto le gambe e sinistro a fil di palo che è valso il 5 a 2, i rossoblu hanno rischiato l’harakiri concedendo al Grosseto di rifarsi sotto. Merito dei toscani, mai domi, e di un esagerato Barelli autore di una tripletta e del gol che ha lanciato la rimonta (11’10” st con un destro all’incrocio) solo sfiorata da Keko (19’25”) autore del 5 a 4 con un tiro dal limite. Che questo Cagliari sapesse soffrire lo si sapeva ed è stato confermato fino all’apoteosi di Serginho, fortunato ma caparbio a farsi rimpallare il tiro della disperazione del Grosseto che ha portato sul fil di sirena il pallone a insaccarsi nella porta toscana per il 6 a 4 definitivo. Prima del finale da brividi c’è stato il tempo per altri 35 minuti di gara divisi in un primo tempo più lento e una ripresa da circo. La prima parte ha regalato le reti di Barelli (10’47” pt), per il vantaggio ospite, e il gol di capitan Serginho (13’40” pt su tiro libero). La ripresa ha fatto il resto, divertente dall’inizio alla fine, come in occasione del colpo da biliardo di Albert Segura (1’55” st) autore di un colpo d’esterno e di prima all’angolino per il primo vantaggio del Cagliari (2-1). Dopo è arrivato il botta e risposta targato Piaz (4’24” st) e, manco a dirlo, di Barelli (11’10” st) per i gol del 3 a 1 e del 3 a 2. Il finale è quello che dice vittoria Cagliari per 6 a 2. Adesso sarà tempo di cercare conferme, Prato permettendo.
MISTER COCCO. Soddisfazione a fine gara per mister Chicco Cocco dopo una partita intensa e carica di emozioni. “Sono molto contento per la gara e voglio dedicare questa vittoria alla società – dice il mister – sono sempre molto vicini alla squadra e allo staff tecnico e questa è una forza importante per noi per lavorare bene e migliorare”. Una vittoria “che va al presidente Marco Vacca, a Gabriele Licheri e Sandro Mascia che ci danno la forza di andare andare avanti per migliorarci – conclude il mister – danno un grande aiuto a me e a tutta la squadra e avere così la vicinanza della società è una forza in più: questa vittoria è tutta per loro”.
Ufficio stampa
Cagliari Futsal