Il Bagnolo ci prova, ma la Leonardo è troppo forte: sconfitta 2-1

Con un calcistico 2-1 per la capolista Leonardo si chiude il 2016 del Bagnolo e pure il discorso riguardante la promozione diretta, con i cagliaritani che concludono il girone d’andata a punteggio pieno, con un incredibile 13 partite-13 vittorie e…pure 13 punti di vantaggio sull’Ossi. Ai gialloneri – autori di una prestazione comunque maiuscola – il ko costa una posizione in classifica, col terzo posto che diventa quarto, a vantaggio del Montecalvoli.

Al palazzetto di Sestu succede tutto nella seconda metà della ripresa, dopo un primo tempo (0-0) in cui Bagnolo ha spesso e volentieri il pallino del gioco in mano, ma non riesce a concretizzare (e le occasioni non mancano). Di concretezza non difetta invece il Leonardo, che fra 8’ e 12’ della ripresa di fatto ipoteca il successo, mettendo a segno l’uno-due che risulterà decisivo. Bagnolo non si arrende e a cinque minuti dalla sirena gioca la carta del portiere di movimento (Marzano); il gol della speranza lo mette a segno Bressan (2-1), ma la speranza…rimane tale.

Da una parte la consapevolezza di essersela giocata alla grandissima contro una formazione che nella prossima stagione sarà in A2, dall’altro il rammarico per una prestazione fra le migliori stagionali in senso assoluto, non premiata sul campo.

E pure il bilancio del girone d’andata non può che essere dolceamaro: tenuto conto del ribaltone estivo chiunque avrebbe firmato per chiudere al quarto posto il girone d’andata (con tanto di pass per gli spareggi di Coppa Italia, lo ricordiamo); per quanto visto in campo, col senno di poi, è difficile non rimpiangere un discreto numero di punti lasciati per strada…

 

Leonardo-Bagnolo 2-1

Marcatori: 8’ st Pinheiro (L), 12’ st Demurtas (L), 18’ st Bressan (B).

Leonardo: Orani, Podda, Deplano, Demurtas, Contu, Cogotti, Cherchi, Pinheiro, Spanu, Tidu, Sedda, Perdighe. All. Catta.

Bagnolo: Prodi, Evandro, Maretti, Guerinoni, Bressan, Marzano, Protega, Massaro, Pittella, Vinciguerra. All. Ruini.

Arbitri: Turano (Roma 2)-Iannuzzi (Roma 1). Crono: Desogus (Cagliari).