I Buldog cedono all’Active. Zenobi: “Abbiamo subito un po’ troppo il loro gioco”

I Buldog cedono all’Active. Zenobi: “Abbiamo subito un po’ troppo il loro gioco”

Il Buldog Lucrezia cede per 5-1 in casa dell’Active Network. Una buona prova prestazione da parte dei ragazzi di mister Roberto Osimani che alla fine si sono dovuti arrendere contro un’ottima compagine. La differenza i locali l’hanno fatta nei primi 10 minuti del primo tempo, scavando il solco decisivo: apre le marcature Quintairos, poi Lepadatu e quindi due reti fotocopia di Curri, di cui l’ultima proprio allo scadere. Ad avvio ripresa i gialloblu accorciano le distanze con una rete spettacolare di Jamicic ma subito Zamboni ristabilisce le distanze con un tiro al volo altrettanto bello. Il Buldog Lucrezia non ha la forza per rientrare in partita, nonostante il forcing offensivo, e chiude sul 5-1.

OSIMANI “Sapevamo di affrontare una squadra forte e così è stato – commenta Filippo Zenobi vice di mister Roberto Osimani – siamo partiti piuttosto bene fallendo un paio di occasioni importanti poi abbiamo iniziato a subire un po’ troppo il loro gioco: i complimenti vanno agli avversari ma di sicuro anche ai nostri ragazzi che fino alla fine non hanno mai mollato”.

ACTIVE NETWORK-BULDOG LUCREZIA 5-1 (4-0 p.t.)
ACTIVE NETWORK: Montefalcone, Davì, Curri, Quintairos, Lamedica, Sachet, Feliziani,  Di Giovenale, Lepadatu, Miron, Zamboni, Callegari. All. Ceppi
BULDOG LUCREZIA: Corvatta, Severi, Jamicic, Burcul, Duvancic, Napoletano, Esposito, Rossini, Zenobi, Boiani, Cianni. All. Osimani
Marcatori: 3’53” p.t. Quintairos (A), 7’02” Lepadatu (A), 13’01” Curri (A), 19’38” Curri (A), 3’10” s.t. Jamicic (B), 8’10” Zamboni (A)
Ammoniti: Lepadatu (A), Severi (B)
Arbitri: Luca Rosciarelli (Orvieto), Michele Bensi (Grosseto)