Girone B rinviato: vittoria in rimonta del Pesarofano, Orte ok. Il commento

07-01-2017
Girone B rinviato: vittoria in rimonta del Pesarofano, Orte ok. Il commento

Si è appena conclusa la giornata di Serie A2, in cui non si è giocata nessuna gara nel Girone B, causa maltempo. In campo soltanto il Girone A, con tante partite avvincenti, dopo la vittoria nell’anticipo dell’Atlante Grosseto sul Prato nel derby toscano: l’Italservice Pesarofano, con un’emozionante rimonta, batte il Milano nel big-match e conserva il primato con due punti di vantaggio sull’Arzignano.

Era l’appuntamento più atteso della giornata e non ha tradito le attese. Al Palafiera, Leandrinho e Gargantini illudono Milano contro i rossiniani di Cafù. Ma i marchigiani rimontano con due gol in rapida successione, firmati da Tres e Burato, e poi completano la rimonta con Tonidandel e Halimi, appena arrivato dal Rieti. Per i meneghini di Sau finisce malissimo, viste le espulsioni di Leandrinho e Alan.

Anche il Cagliari, al PalaTezze, crea più di un grattacapo al favorito Arzignano. I sardi vanno due volte in vantaggio, con Segura e l’autorete di Manzalli, ma i veneti riescono alla fine a prevalere e restare in scia della capolista: doppiette per Santana e Major, un gol anche per Yabre.

L’Aosta resiste ma poi è costretta a cedere al Bubi Merano, che vince 5-3 al Centro Sportivo Montfleurì. Non basta la doppietta di Rodrigo Rosa, perché segnano Beregula e Guga (tripletta per lui), scatenati nel Bubi. Dall’Onder acciuffa – in superiorità numerica – il pareggio in extremis per il Ciampino Anni Nuovi sul campo della Capitolina Marconi, in una gara terminata con un pirotecnico 4-4. Tre gol di Santos e due di Rossi permettono all’Orte di volare nel derby contro l’Olimpus Roma: il 6-4 finale, frutto di un grande primo tempo, consente ai laziali di Di Vittorio di portarsi in quarta posizione.

Termina con uno scoppiettante 7-7 la sfida tra F.lli Bari Reggio Emilia e Castello: agli ospiti, sulla cui panchina esordiva Giordano, non basta la tripletta di uno scatenato Drago; tra i padroni di casa da segnalare la doppietta di Salerno.