Live Match

Giovinazzo, Restaino non basta: biancoverdi ko a testa alta a Manfredonia

Giovinazzo, Restaino non basta: biancoverdi ko a testa alta a Manfredonia

Si ferma ancora il Giovinazzo C5 (3-1 il finale dal domicilio del Risparmio Casa Manfredonia, sempre in vetta al girone C di serie A2), a cui non basta il momentaneo 1-1 di Restaino che nel primo tempo aveva impattato l’iniziale vantaggio di Sampaio, poi aumentato nel corso della ripresa dai centri dello stesso Sampaio e di Riondino.

IL MATCH Al PalaScaloria, con gli spalti deserti causa Covid-19, l’avvio è dei padroni di casa (dapprima è Raguso a provarci al volo con palla che termina alta, poi è strepitoso Di Capua su Sampaio), ma la risposta dei biancoverdi non si fa attendere: Gualtieri Conçalves si libera del suo avversario e lascia partire un fendente che tocca il palo esterno. È Raguso a sfiorare l’eurogol: dalla propria area di rigore vede Di Capua fuori dai pali e prova a beffarlo, ma con uno scatto di reni il portiere devia la palla che tocca la traversa e finisce sul fondo. Al 13’, poi, arriva il vantaggio del quintetto di casa con Sampaio che salta González Alonso sulla fascia sinistra e col mancino fulmina Di Capua. Risparmio Casa Manfredonia avanti 1-0. E in apparente controllo del match. Almeno così poteva sembrare, ad un occhio esterno. Invece, 20 secondi più tardi, il Giovinazzo impatta la sfida: la reazione della squadra giovinazzese è imminente e Restaino pareggia immediatamente i conti su palla inattiva. Squadre al riposo sul punteggio di 1-1. Al rientro in campo, dopo i tentativi di Raguso e Scigliano da una parte e del solito Restaino dall’altra, è ancora Sampaio a riportare in avanti i suoi. Boutabouzi prende palla al centro del campo, resiste alla carica di Gualtieri Conçalves e serve sul secondo palo Sampaio che non può sbagliare: 2-1. Il Risparmio Casa Manfredonia, in questa fase, è in pieno controllo del match: ci provano in serie Martinez e poi Riondino, ma Di Capua nega ad entrambi la via della terza rete. L’appuntamento con il gol però è solo rimandato perché è proprio Riondino con un bolide da fuori area a mettere a segno il definitivo 3-1. Miki Grassi urla dalla panchina e la prima reazione è l’inserimento di Alves nelle vesti di portiere di movimento. Siamo al rush finale: Sampaio, a porta sguarnita, non inquadra lo specchio, mentre lo squillo lo tenta Gualtieri Conçalves che serve in area Alves, ma il suo tiro da pochi passi sfiora la traversa. C’è tempo ancora per un’altra chance targata Gualtieri Conçalves (palla alto di pochissimo sopra la traversa) e per un tentativo di Alves, allontanato dalla difesa di casa che chiude ogni varco. Si arriva al 40’, non c’è più tempo, è festa Risparmio Casa Manfredonia che porta a casa la terza vittoria stagionale confermandosi al comando della classifica. L’onore delle armi va concesso agli sconfitti: il Giovinazzo ha dimostrato grande solidità e sfornando un bel gioco, seppur a tratti. Ai biancoverdi, però, resta l’ottima prestazione esterna, nulla più. 

 

A.S.D. Risparmio Casa Manfredonia-A.S.D. G.S. Giovinazzo C5 3-1
A.S.D. Risparmio Casa Manfredonia: Lupinella, Scigliano, Raguso, Boutabouzi, Sampaio, Pesante, Miyazaki, Martinez, Crocco, Riondino, Murgo, Soloperto. Allenatore: Monsignori

A.S.D. G.S. Giovinazzo Calcio a 5: Di Capua, González Alonso, Piscitelli, Gualtieri Conçalves, Mongelli, Alves, Prisciandaro, Scardigno, Restaino, Roselli, Ferreira Praciano, Genchi. Allenatore: Grassi

Arbitri: Andrea Battista (Campobasso) e Giuseppe Galasso (Avellino)

Reti: 13’ pt Sampaio, 14’ pt Restaino, 3’ st Sampaio, 9’ st Riondino

Ammonizioni: Piscitelli, Boutabouzi, Gualtieri Conçalves, Restaino, Roselli e Scigliano per gioco non regolamentare