Giovinazzo-Masi: separazione consensuale. “Alla ricerca di un tecnico a lungo termine”

Giovinazzo-Masi: separazione consensuale. “Alla ricerca di un tecnico a lungo termine”

Le strade del Giovinazzo C5 e di Francesco Masi si dividono. Il tecnico arrivato sulla panchina biancoverde a gennaio scorso (al posto di Roberto Chiereghin, ndr) e il club di via Sanseverino hanno deciso di interrompere il loro rapporto di collaborazione. Sull’addio di Francesco Masi, giunto al sesto posto nel girone F di serie B (un risultato al di sotto delle aspettative quello conseguito dal sodalizio presieduto da Antonio Carlucci, ndr), il direttore sportivo Gianni Lasorsa ha chiarito che il tecnico e la società sono «arrivati naturalmente a questa risoluzione comune. La decisione è maturata dopo un colloquio. Non c’è uno che lascia l’altro, è una risoluzione consensuale concordata con l’amicizia, la stima e l’affetto di sempre. Con Francesco Masi ci siamo conosciuti, abbiamo portato avanti il rapporto con grande empatia e ci lasciamo nello stesso modo». Purtroppo quella appena terminata è stata un’annata particolare per i biancoverdi, contraddistinta dal cambio in panchina.

SAMELE «Stagione deludente da tutti i punti di vista – ha commentato il direttore generale giovinazzese Sabino Samele in una intervista rilasciata al portale locale In Città -. Avevamo costruito una squadra con ben altre aspettative e, invece, non siamo riusciti a raggiungere nemmeno l’ultimo posto utile per accedere ai playoff. Siamo delusi, se da una parte è vero che ci siamo trovati in un girone difficilissimo, dall’altra è bene ricordare che il mancato raggiungimento dell’obiettivo stagionale è figlio di tante situazioni negative». All’allenatore Francesco Masi vanno i ringraziamenti del Giovinazzo C5 per il lavoro svolto con impegno, passione, professionalità e competenza e un grosso in bocca al lupo per il proseguo della sua carriera. Intanto la dirigenza giovinazzese sta muovendosi per trovare un nuovo tecnico. «Siamo alla ricerca di un allenatore con cui poter impostare un progetto a lungo termine. Sarà un tecnico di esperienza – conclude Samele – che verrà da fuori regione».