Giovinazzo, il sogno continua: 6-3 alla Chaminade, -2 dalla vetta

Giovinazzo, il sogno continua: 6-3 alla Chaminade, -2 dalla vetta

“Se è un sogno, non svegliateci”. I tifosi del Giovinazzo C5 non ci credono ancora: la Chaminade Campobasso è l’ultima vittima illustre dei biancoverdi, vittoriosi 6-3, il Futsal Capurso cade sul campo del Real Dem col punteggio di 8-4 e il primo posto del girone G di serie B – adesso distante soli 2 punti – riappare lì, in bella vista, ad una sola settimana dallo scontro diretto del Livatino. Al 40’, alcuni piangono commossi sugli spalti in presa all’estasi, mentre nello spogliatoio dei giovinazzesi inizia la meritata festa. Sembra un sogno, ma per fortuna non lo è. La favola Giovinazzo C5 continua a regalare momenti fantastici, da ricordare, da scolpire e da raccontare. Non sappiamo sino a dove arriverà questa squadra, ma la si può definire al momento, senza esagerare, l’orgoglio di un’intera città: non perde da oltre tre mesi ed ha una condizione fisica strabiliante. E al PalaPansini ha regalato l’ennesimo trionfo magnifico, il nono consecutivo.

IL MATCH La partenza, però, non è di quelle da Giovinazzo C5. Cancio Rodriguez manda subito in crisi la difesa biancoverde e Paulinho infilza Di Ciaula: 0-1. I padroni di casa, con Giancola e Piscitelli in tribuna, replicano con Mongelli che tira su Wiegels, bravo comunque a chiudergli la visuale, mentre la Chaminade Campobasso decide di fare la cosa più logica: aspettare per ripartire. Cancio Rodriguez può infilarsi nello spazio, ma non sfrutta la splendida imbucata dell’ex Gómez. Di Ciaula si rifugia in corner, Marcello Magalhaes, indemoniato per l’approccio dei suoi, tira un sospiro di sollievo, mentre il suo Giovinazzo C5, come un diesel, carbura lungo il primo tempo, impatta la sfida con Alvaralhão dos Santos (1-1) e poi azzanna la Chaminade Campobasso ai fianchi, colpendola con un destro devastante di Focosi Eller che piega le mani di Wiegels, non impeccabile nell’occasione, e che vale il 2-1. Che intensità, quella messa in campo: sino al 20’ i giovinazzesi, belli e determinati, lanciandosi ispirare dai giochi di prestigio di Alvaralhão dos Santos, martellano la porta avversaria con Focosi Eller, Alves, che colpisce due pali, e prima del riposo ammazzano la partita con Mongelli (3-1) e Alvaralhão dos Santos (4-1), sempre più leader di una squadra che gioca leggera e sulle ali dell’entusiasmo. Ci sarà da lavorare duro per risalire la china. Lo sanno bene gli ospiti che dopo averci provato con Gómez, optano per la carta del quinto di movimento (Cancio Rodriguez), ma subiscono il 5-1 di Alvaralhão dos Santos (tripletta per lui) che alza di un’altra tacca la sua media realizzativa da marziano. Si capisce in fretta che ripresa sarà: il Giovinazzo C5 spinge con insistenza con Alvaralhão dos Santos ed anche con Focosi Eller. Chaminade Campobasso incapace di costruire e di tenere il ritmo dei padroni di casa. Poi ha una reazione: Paulinho colpisce il palo, Vaino sigla il gol del 5-2, Di Ciaula ci arriva sui tentativi a rete di Vaino e Paulinho. Qualche attimo di smarrimento, poi il Giovinazzo C5 riprende il controllo di se stesso, ma Wiegels nega il gol ad Alves. Il gol che, invece, sembra rimettere la partita in discussione lo sigla Gómez (5-3), il rasoterra di Caddeo è forte, ma impreciso, poi all’ultimo respiro la traversa colpita da Gómez (in un pomeriggio praticamente perfetto serve anche un po’ di fortuna) spegne definitivamente i tentativi di rimonta della Chaminade Campobasso. Il resto è ordinaria amministrazione e nell’ennesimo match trionfale c’è spazio anche per la rete di Alves, autore del 6-3 conclusivo. Un altro pomeriggio memorabile, che porta il Giovinazzo C5 ad appena 2 punti dalla vetta. Il sogno continua. E se lo è davvero, non svegliateci. 


A.S.D. G.S. Giovinazzo C5-A.S.D. Chaminade Campobasso 6-3
A.S.D. G.S. Giovinazzo Calcio a 5: Di Capua, Termine, Depalma, Mongelli, Rafinha, Alves, Sciancalepore, Alvaralhão dos Santos, Prisciandaro, Focosi Eller, Angiulli, Di Ciaula. Allenatore: Magalhaes

A.S.D. Chaminade Campobasso: Wiegels, Passarelli, Oriente, Garibaldi Guerra, Caddeo, Cancio Rodriguez, Gómez, Vaino, D’Alauro, Evangelista, De Nisco, Di Nunzio. Allenatore: Tavone

Arbitri: Giuseppe Costrino (Termoli) e Fabio Talaia (Policoro)

Reti: 3’ pt Garibaldi Guerra, 7’ pt Alvaralhão dos Santos, 10’ pt Focosi Eller, 17’ pt Mongelli, 19’ pt Alvaralhão dos Santos, 3’ st Alvaralhão dos Santos. 10’ st Vaino, 17’ st Gómez, 20’ st Alves

Ammonizioni: Rafinha, Alvaralhão dos Santos, Cancio Rodriguez e Gómez per gioco non regolamentare

Note: Spettatori 1.200 circa