Futsal e media, binomio vincente che tiene testa alla concorrenza

Futsal e media, binomio vincente che tiene testa alla concorrenza

Ormai solo i “marziani” non lo sanno. Futsal e “mediaticità” vanno di pari passo, mai come in questa stagione ci sono state tante possibilità di vedere il calcio a cinque, non solo dal vivo nei palazzetti ma in televisione e sui nuovi media, con il “traino” dei social network con cui tutti noi abbiamo ormai imparato a convivere.

Sportitalia con due dirette televisive a settimana (Serie A planetwin365, ma non solo), Nuvola 61 Super Sport, il Social Match sulla pagina Facebook della Divisione Calcio a cinque. C’è soltanto l’imbarazzo della scelta, anche perché la voglia di futsal sta davvero raggiungendo livelli elevatissimi.

Un paio di esempi. Meta-Maritime Augusta, derby siciliano valido per la sesta giornata del girone B di Serie A2, si è giocato in concomitanza di Italia-Svezia, ritorno degli spareggi di qualificazione al Mondiale 2018 in Russia. Bene, sui computer sono state catturate 14.500 visualizzazioni: non male, visto la portata della controprogrammazione. Ieri, nello stesso girone, è andato inoltre un altro derby, stavolta pugliese, quello tra Virtus Noicattaro e Futsal Bisceglie. Bene, in una serata monopolizzata da Napoli-Juventus di calcio, ci sono state 9mila visualizzazioni per il Social Match.

Numeri confortanti e che fanno ben sperare per il futuro. “Ho sempre detto che una partita che non è trasmessa, in diretta tv o diretta streaming, è come se non fosse mai stata giocata”, ha ricordato il presidente della Divisione Calcio a cinque, Andrea Montemurro, “Questi recenti dati confermano quanto sostenevo: siamo sulla strada giusta, ma state tranquilli che non ci fermeremo, perché vogliamo rendere ancora più visibile il calcio a cinque italiano, lo sport che amiamo, il nostro sport”.