Main Round, l’Acqua&Sapone è a Cipro: oggi esordio nel Gruppo 5 contro l’Uddevalla

Main Round, l’Acqua&Sapone è a Cipro: oggi esordio nel Gruppo 5 contro l’Uddevalla

La prima volta non si scorda mai. Dopo aver conquistato il primo scudetto della sua storia, l’Acqua&Sapone Unigross si tuffa con entusiasmo nell’avventura in Europa. E lo fa nella stagione in cui la competizione organizzata dalla UEFA assume la denominazione di Futsal Champions League.

I campioni d’Italia esordiscono nel Main Round e da ieri, lunedì, sono a Nicosia (Cipro) per preparasi al meglio al quadrangolare in programma al Tassos Papadopoulos: nel Gruppo 5 dovranno vedersela domani contro i campioni di Svezia dell’Uddevalla, giovedì contro la squadra campione di Bosnia Erzegovina del Mostar e sabato, dopo il giorno di riposo, contro i padroni di casa dell’Apoel Nicosia.

La squadra è in buona forma, come ha dimostrato il successo nel derby contro il Civitella nella giornata inaugurale della Serie A planetwin365. E a guidarla ci sarà un condottiero che di questa competizione sa tutto, avendola vinta – unico tecnico – quattro volte e perdendo due volte in finale. L’allenatore Tino Pérez però non è l’unico con un curriculum europeo nella società della famiglia Barbarossa. Quattro giocatori (Lukaian, Mammarella, Calderolli e Cuzzolino) hanno già vinto il trofeo in carriera, molti altri hanno giocato anche più di una volta la competizione quando si chiamava UEFA Futsal Cup, sfiorando la vittoria (Miraglia, Bertoni, Coco, Jonas con la Marca nel 2012 a Barcellona, Ercolessi con il Pescara nel 2016 a Madrid).

Dalle pagine del sito ufficiale della società, hanno detto la loro Tino Pérez e capitan Murilo. “E’ troppo difficile giocare in Champions League. Soprattutto la partita d’esordio è piena di insidie, perché la prima gara di ogni torneo è sempre così – le parole del trainer spagnolo, alla prima stagione completa in Abruzzo dopo aver centrato scudetto e Coppa Italia la scorsa stagione –. Bisogna tenere sotto controllo nervi ed emozioni, che sono molto intense in una competizione tanto importante come quella europea. Noi siamo gli ultimi arrivati in questa manifestazione e dobbiamo avere grande umiltà e rispetto di tutte le avversarie”.

L’allenatore dei nerazzurri ha ovviamente studiato qualcosa sulle rivali del Main Round. “L’Apoel Nicosia, padrone di casa, oltre ai suoi tifosi, può contare su un blocco di brasiliani acquistati sul mercato, qualitativamente molto buoni. Dovremo approfittare della loro non ancora perfetta compattezza, essendo molto rinnovati”, avverte Pérez, che ha visto anche i bosniaci del Mostar: “Una squadra molto solida, fisica, come da tradizione delle squadre slave. Ho affrontato la Bosnia quando allenavo la Nazionale dell’Azerbaijan, giocano un futsal molto ostico. Nel Mostar c’è il blocco della nazionale bosniaca. Gli svedesi li conosciamo meno, ma non li sottovalutiamo affatto”.

Se Pérez è un ospite fisso della Champions League, il capitano nerazzurro Murilo Ferreira a 29 anni è un esordiente: al dodicesimo campionato con l’Acqua&Sapone Unigross, finalmente porterà i colori abruzzesi anche fuori dai confini nazionali. “Per me è un orgoglio incredibile – racconta il numero 8 –. Sono arrivato qui che ero ragazzino, questa è diventata la mia famiglia. Abbiamo lavorato e sofferto tanto negli anni per arrivare a vincere lo scudetto, e adesso abbiamo voglia e fame per competere anche in Champions. Inutile dire che giocheremo con tutte le nostre forze per continuare più a lungo possibile questo sogno. Siamo orgogliosi di rappresentare l’Italia del futsal in Europa: siamo una grande scuola per questo sport, vogliamo dimostrarlo. Ci siamo anche in Europa”.

L’Uddevalla, squadra svedese che se la vedrà con l’Acqua&sapone domani, ha vinto il Preliminary Round organizzato in casa: è composta principalmente da svedesi di seconda generazione, quasi tutti di origine albanese e magherbina, come i fratelli Berisha e Mehmeti, Moussa e Zhubi. Riflettori puntati sul numero 90 Legiec, nazionale svedese e protagonista della vittoria del turno precedente.

Giovedì gli abruzzesi troveranno sulla strada per l’Elite Round (dal 13 al 18 novembre) i bosniaci del Mostar, che hanno vinto il preliminare in Armenia e puntano sul blocco autoctono e sulla scuola del futsal slavo, ultimamente in grande ascesa. Non potrà però contare sul capitano Aladzic, colpito da un grave infortunio prima della partenza per Cipro.

Sabato sera il piatto forte del Main Round: la sfida ai padroni di casa dell’Apoel per la partita che, sulla carta, deciderà la qualificazione. In un palazzetto che ospita quasi 7mila spettatori e che punta sul tifo calcistico dei campioni ciprioti, i gialloblù di casa schiereranno tutti i nuovi acquisti brasliani, in particolare il gigante difensivo Lé, arrivato dal Carlos Barbosa. Ricordiamo che solo la prima classificata del quadrangolare accede all’Elite Round.


UEFA FUTSAL CHAMPIONS LEAGUE – MAIN ROUND
IL CALENDARIO DEL GRUPPO 1


MERCOLEDI’ 5 OTTOBRE

ACQUA&SAPONE UNIGROSS-Uddevalla ore 16
Apoel Nicosia-Mostar ore 18.30

GIOVEDI’ 5 OTTOBRE
Mostar-ACQUA&SAPONE UNIGROSS ore 15
Apoel Nicosia-Uddevalla ore 18

SABATO 6 OTTOBRE
Uddevalla-Mostar ore 15
ACQUA&SAPONE UNIGROSS-Apoel Nicosia ore 18