Futsal Bisceglie-Catania, i rossazzurri in campo per oltrepassare il limite

Futsal Bisceglie-Catania, i rossazzurri in campo per oltrepassare il limite

La palla è rotonda, tutto può succedere, nel futsal nulla è scontato: di parole se ne possono usare tante, a dismisura. Certe volte, però, è meglio stare zitti, cospargersi il capo di cenere, riflettere sugli errori e provare a reagire con l’orgoglio. Preambolo necessario per avvicinarsi alla partita tra Bisceglie e Catania: una sfida che, per valori, classifica e risultati sembra assolutamente improponibile per i rossazzurri. Ed ecco che entrano in gioco orgoglio e incoscienza: l’orgoglio di chi deve dimostrare di valere qualcosa in più di quel penultimo posto in classifica; l’incoscienza di chi, ormai, non ha più nulla da perdere. Le decisioni del giudice sportivo hanno messo, ma solo relativamente, nei guai il Sammichele che domani in casa contro il povero Matera, potrà immediatamente tirarsi fuori dalle sabbie mobili. Un abisso gli 8 punti che separano Catania dalla zona playout: Real Dem, al momento, sembra l’avversario più debole, ma per tenere in vita le ultime residue speranze di salvezza, Catania deve fare punti e per fare punti bisogna vincere le partite e per vincere le partite bisogna fare gol. Tutto quello che è mancato ai rossazzurri nell’ultima partita casalinga contro Eboli. Se dovesse arrivare qualcosa da Bisceglie sarà tutto di guadagnato, in attesa del recupero ( previsto per il 14 marzo ) della sfida in trasferta contro Barletta; dopo la sosta, poi, Catania starà a guardare tutte le altre per poi riprendere a giocare, il 25 marzo, proprio in casa del Sammichele. Ma già potrebbe essere troppo tardi. Provando a immaginare una tabella di marcia, sulle 4 partite che rimangono, per sperare ancora Catania deve portare a casa almeno 9 punti, fermo restando il fatto che Sammichele o Real Dem non facciano nemmeno un punto. In caso contrario, già per la sfida in casa contro Sammichele potrebbe essere tutto finito.