Live Match

Fuorigrotta, l’ostacolo per la F4 si chiama Cassano: Oliva ritrova Turmena

Fuorigrotta, l’ostacolo per la F4 si chiama Cassano: Oliva ritrova Turmena

È una gara senza appello quella con l’Atletico Cassano, è la sfida che può portare al raggiungimento del primo traguardo stagionale, la Final Four di Coppa Italia di serie A2. E soprattutto una partita in cui il Fuorigrotta vuole mettere rabbia in campo per riscattare il mezzo passo falso in campionato con la Tombesi Ortona. “Può capitare, dopo tante vittorie, di avere una piccola battuta d’arresto, sicuramente non ci siamo espressi al meglio e dobbiamo resettare tutto in fretta per la partita di mercoledì”. Queste furono le parole del tecnico Fabio Oliva sabato sera e la squadra ha risposto all’appello con grande determinazione, dando il massimo in questi due giorni di allenamenti, prestando la massima attenzione a tutti gli errori commessi. Ritorna Turmena dopo lo stop per squalifica e sicuramente i suoi gol possono fare la differenza.  Il primo turno è stato superato ai tempi supplementari in una gara di rincorsa nella ripresa e con un finale all’overtime in crescendo. Contro quel Rutigliano che in campionato ha battuto proprio il Cassano 8 a 3 nell’ultimo turno. Ma i ragazzi di Pablo Parrilla sono stati capaci di vincere a Siracusa con il Melilli, annoverano fior di giocatori e anche vecchie conoscenze campane come Tatulli e Manzalli. Con la qualità di Sviercoski e Alemao nella fase offensiva, c’è di che essere preoccupati. Lo sa bene Mario Imparato, ai box la scorsa settimana causa influenza e ora nuovamente pronto: “Abbiamo analizzato gli sbagli e sicuramente si poteva fare meglio con la Tombesi, ma ora c’è questa gara da dentro o fuori e ci teniamo a passare il turno. Ce lo meritiamo. Loro sono un’ottima squadra, ma vogliamo la Final Four e poi torniamo a pensare alla promozione in serie A dove nulla è perduto. Ci credo ancora e poi ci sono sempre i playoff”. Fischio d’inizio al palasport di Cercola, ore 19.30, ingresso libero, la partita sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del club dove è stato lanciato, attraverso la locandina ufficiale, un invito al cuore napoletano per sostenere la squadra con la scritta Jamme Guagliù (andiamo ragazzi). 

L’INTERVISTA DI MARIO IMPARATO