Live Match

#FinalEightFutsal U21, Lecco-Pescara e Asti-Regalbuto le semifinali

21-03-2017
#FinalEightFutsal U21, Lecco-Pescara e Asti-Regalbuto le semifinali

Tutto, o quasi, ai tiri di rigore. Una Final Eight Under 21 equilibratissima, nella quale accadono tantissime sorprese, in un martedì siderale che apre una grande settimana di futsal. Nella prima gara passa l’Asti ai tiri di rigore contro la Lollo Caffè Napoli. I piemontesi troveranno in semifinale la Lubrisol Regalbuto, che ha regalato la più grande sorpresa di tutte le Final Eight di marzo, eliminando il Kaos dopo una serie interminabile di rigori (17-16 il finale). Ancora ai rigori si è imposto il Lecco, contro la Block Stem Cisternino. Doppietta di Dener, doppietta di Pirolli. Ai rigori sbaglia Dener e passa il Lecco. Tutto facile per il Pescara (anche con Mati Rosa in campo) contro la Fenice Veneziamestre. I padroni di casa troveranno il Lecco nella semifinale delle 20.30.

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-ASTI 4-5 d.t.r. (2-2 al 40′, 2-1 p.t.)
E’ l’Asti la prima semifinalista nella Final Eight di Coppa Italia Under 21. La squadra di Patanè batte il Napoli ai tiri di rigore, dopo una partita equilibratissima. Decisivo l’errore di Canneva dal dischetto. Inizia con il botto il match, con un Napoli pimpante e vibrante che passa subito con Varriale. L’Asti, però, ha una squadra piena di giovani talenti e con Mattia Fazio acciuffa il pareggio. Il Napoli però insiste con scorribande laterali e passa sul 2-1 con il sigillo di Canneva. Nel finale di tempo Catalano centra il palo su tiro libero. Nella ripresa la gara scende di ritmo, ma l’Asti ha una tripla occasione clamorosa, sulla quale Bellobuono è superbo. Ma l’estremo difensore non può nulla sul destro di Curallo, che trova l’angolo lontano per il 2-2. Ai rigori segnano tutti e sbaglia Canneva, che permette all’Asti di andare in semifinale.

NAPOLI: Bellobuono, Galuccio, Tiago, Avolio, Canneva, Orvieto, Rennella, Varriale, Cretella, Mennella, Nuzzo, Vicidomini. All. Oliva

ASTI: Zanchetta, Curallo, Ghouati, Itria, Meyer, Torino, Occhiena, Monda, Catalano, Vitellaro, Fazio, Solaro. All. Patanè

MARCATORI: 4’52” p.t. Varriale (N), 5’36” Fazio (A), 9’33” Canneva (N), 15’16” s.t. Curallo (A)

SEQUENZA RIGORI: Curallo (A) gol, Varriale (N) gol, Catalano (A) gol, Orvieto (N) gol, Torino (A) gol, Canneva (N) fuori

AMMONITI: Cretella (N), Orvieto (N), Ghouati (A), Canneva (N)

NOTE: al 18’50” p.t. Catalano (A) colpisce un palo su tiro libero

ARBITRI: Marco Pizzica (Bologna), Fabio Pozzobon (Treviso) CRONO: Gabriele Gerardi (Pescara)

KAOS FUTSAL-LUBRISOL REGALBUTO 16-17 d.t.r. (5-5 al 40′, 2-3 p.t.)
In una partita piena di emozioni e dopo una serie interminabile di rigori, il Lubrisol Regalbuto compie l’impresa di eliminare dalla competizione i campioni d’Italia in carica del Kaos Futsal, battendoli con il risultato di 17-16: decisivo l’errore dal dischetto di Matheus, dopo che i siciliani avevano pareggiato i conti nei tempi regolamentari a 1’30” dalla fine. Per il Kaos la strada sembrerebbe in discesa: Matheus apre le marcature, Salas raddoppia. Ma il Regalbuto reagisce e va al riposo in vantaggio: Ramirez accorcia le distanze 36 secondi dopo il 2-0, Rizzo pareggia e Vitale fa il 3-2. Nella ripresa, la musica non cambia. Anzi, i siciliani trovano il 4-2 con Ramirez. Il Kaos, però, non ne vuole sapere di perdere e schiaccia gli avversari nella propria metà campo. I Neri reagiscono con Felice, Matheus e Gabriel, portando il risultato sul 5-4. Al 17’07”, il tecnico del Regalbuto inserisce il portiere di movimento (Aaron) e a 1’30” dalla sirena arriva il 5-5 di Vitale. Dopo 26 rigori, il Regalbuto può finalmente far festa.

KAOS FUTSAL: Timm, Salas, Di Guida, Felipe, Gabriel, Guilherme, Matheus, Leo, Manfron, Di Guida, Salas, Evandro. All. Andrejic

LUBRISOL REGALBUTO: V. Gamiddo, Vitale, Aaron, Ramirez, Capuano, Di Maggio, Fichera, Martines, Rizzo, Cardaci, S. Gamiddo. All. Paniccia

MARCATORI: 9’55” p.t. Matheus (K), 11’16” Salas (K), 11’52” Ramirez (R), 15’35” Rizzo (R), 18’29” Vitale (R), 2’51” s.t. Ramirez (R), 8’54” Felipe (K), 12’10” Matheus (K), 15’32” Gabriel (K), 18’30” Vitale (R)

SEQUENZA RIGORI: Aaron (R) gol, Timm (K) gol, Vitale (R) parato, Matheus (K) gol, Martines (R) gol, Tiago (K) parato, Rizzo (R) gol, Di Guida (K) gol, Ramirez (R) gol, Gabriel (K) gol, Capuano (R) gol,  Leo (K) gol, Di Maggio (R) gol, Bueno (K) gol, Fichera (R) gol, Guilherme (K) gol, Cardaci (R) gol, Manfron (K) gol, V. Gamiddo (R) gol, Felipe (K) gol, S. Gamiddo (R) gol, Salas (K) gol, Aaron (R) gol, Timm (K) gol, Vitale (R) gol, Matheus (K) parato

AMMONITI: Capuano (R), Aaron (R), Matheus (K), Gabriel (K)

ARBITRI: Giovanni Losacco (Bari), Vincenzo Buzzacchino (Taranto) CRONO: Andrea Torriero Pompa (Lanciano)

LECCO-BLOCK STEM CISTERNINO 5-4 d.t.r. (2-2 al 40′, 0-1 p.t.)
Tre partite, tre volte ai tiri di rigore. Stavolta è il Lecco a spuntarla, contro una Block Stem Cisternino condannata dall’errore dal giocatore che aveva fatto doppietta nei 40′ regolamentari, Mateus Dener. Il Cisternino sembra indirizzare alla grande il terzo match della giornata. Dener porta avanti i suoi con una zampata da pochi passi e poi ci vuole un grande Martin Gonzalez per limitare il passivo. Il primo tempo finisce 1-0 e all’inizio della ripresa Dener si ripete, firmando il colpo del 2-0. Il Lecco reagisce da grande squadra e comincia ad accumulare falli, fino al tiro libero di Pirolli, che riapre tutti. Lo stesso Pirolli trasforma un altro tiro libero e fa 2-2. Nel finale di gara i pugliesi colpiscono un palo, ma si va ai tiri di rigore. Dener, che è stato il migliore in campo, sbaglia il primo e il Lecco passa il turno.

LECCO: Martin Gonzalez, Segovia, De Stefano, Tocco, Caglio, Sironi, Magni, Casati, Pirolli, Iacobuzio, Guadagnino. All. De Moraes

BLOCK STEM CISTERNINO: Lupinella, Lisi, Dener, Ricci, Baron, Semeraro, De Michele, Zigrino, Palmisano, Silva Correia, Cardone, Sicilia. All. Bruno

MARCATORI: 1’01” p.t. e 0’42” s.t. Dener (C), 12’30” s.t. t.l. Pirolli (L), 17’17” t.l. Pirolli (L)

SEQUENZA RIGORI: Dener (C) parato, Pirolli (L) gol, Baron (C) gol, Iacobuzio (L) gol, Ricci (C) gol, Caglio (L) gol

AMMONITI: Lisi (C)

ARBITRI: Emilio Romano (Nola), Luca Di Battista (Avezzano) CRONO: Stefano Massacesi (L’Aquila)

FENICE VENEZIAMESTRE-PESCARA 3-6 (0-3 p.t.)
La Fenice Veneziamestre ci prova, ma il Pescara è troppo forte. I biancocelesti ci mettono appena 58 secondi per sbloccare il risultato con Azzoni, poi raddoppiano subito con Raguso. L’occasione più ghiotta per i veneti capita sui piedi di Hasaj, che però sbaglia il tiro libero. Sul finire del primo tempo arriva anche il 3-0 di Tenderini, che non esulta in rispetto della sua ex squadra. Per trovare la via del gol, Pagana inserisce il portiere di movimento nella ripresa: De Battista accorcia le distanze, ma la musica non cambia. Bontempo e Vitinho segnano ancora. I veneti rendono meno amaro il punteggio con Bertuletti e Botosso, nel mezzo un’altra rete di Botosso.

FENICE VENEZIAMESTRE: Brugnolo, Meo, De Battista, Cavaglià, Hasaj, Giommoni, Bertuletti, Zupperdoni, Caregnato, Botosso, Nalesso, Moretto. All. Pagana

PESCARA: Mudronja, Azzoni, Raguso, Tenderini, Rosa, Bontempo, Di Matteo, Di Risio, Vitinho, Porcù, Giannantonio, Agostinelli. All. Di Vittorio

MARCATORI: 0’58” p.t. Azzoni (P), 1’40” Raguso (P), 19’22” Tenderini (P), 9’05” s.t. De Battista (F), 15’11” Bontempo (P), 16′ Vitinho (P), 17’55” Bertuletti (F), 18’26” t.l. Vitinho (P), 19’02” Botosso (F)

NOTE: al 18’09” p.t. Hasaj (F) sbaglia un tiro libero (F)

ARBITRI: Luigi La Sorsa (Milano), Simone Spadola (Lovere) CRONO: Lorenzo Metrangolo (Pescara)

IL REGOLAMENTO In caso di parità al termine dei quarti di finale e delle semifinali, si procederebbe direttamente con l’esecuzione dei tiri di rigore. Al termine della finale, invece, in caso di parità sono previsti due tempi supplementari della durata di 5′ ciascuno.

LA COPERTURA DEI MEDIA I quarti di finale e le semifinali della Final Eight della Coppa Italia di Under 21 saranno trasmessi in diretta streaming sulla pagina della Divisione Calcio a cinque. La finale sarà trasmessa in diretta su Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre, canale 225 di Sky). Telecronaca di Francesco Puma, commento tecnico di Alessio Musti, bordocampo di Francesco Corda.

 

FINAL EIGHT COPPA ITALIA UNDER 21 (PalaRigopiano, Pescara)

QUARTI DI FINALE, MARTEDÌ 21 MARZO
(3) LOLLO CAFFE’ NAPOLI-ASTI 4-5 d.t.r.
(4) KAOS FUTSAL-LUBRISOL REGALBUTO 16-17 d.t.r.
(1) LECCO-BLOCK STEM CISTERNINO 5-4
(2) FENICE VENEZIAMESTRE-PESCARA 3-6

SEMIFINALI, MERCOLEDÌ 22 MARZO
(6) ASTI-LUBRISOL REGALBUTO (ore 18, diretta streaming)
ARBITRI: Davide Vari (Frosinone), Ivo Colangeli (Aprilia) CRONO: Fabio Falso (Formia)
(5) LECCO-PESCARA (ore 20.30, diretta streaming)
ARBITRI: Francesco Saverio Mancuso (Vibo Valentia), Fabio Alfio Sfilio (Acireale) CRONO: Simone Valeriani (Albano Laziale)

FINALE, VENERDÌ 24 MARZO
(7) VINCENTE 5-VINCENTE 6 (ore 19, diretta su Sportitalia)

 

ALBO D’ORO COPPA ITALIA UNDER 21
2000-01 Fas Pescara, 2001-02 Augusta, 2002-03 San Paolo Pisa, 2003-04 BNL Ciampino, 2004-05 Arzignano, 2005-06 Terni, 2006-07 Terni, 2007-08 Terni, 2008-09 Bisceglie, 2009-10 Kaos Futsal, 2010-11 LC Five Martina, 2011-12 Kaos Futsal, 2012-13 Asti, 2013-14 Kaos Futsal, 2014-15 Lazio, 2015-16 Aosta