Live Match

#FinalEightFemminile, Villa Imperiale-Nuceria e Chieri-Real Praeneste le semi di C

09-03-2018
#FinalEightFemminile, Villa Imperiale-Nuceria e Chieri-Real Praeneste le semi di C

Tredici gol, tanto equilibrio e quattro squadre rimaste a contendersi la coccarda tricolore della Serie C femminile, che regalerà alla vincente il salto di categoria nel calcio a 5 nazionale. Saranno Villa Imperiale-Futsal Nuceria e Duomo Chieri-Real Praeneste le semifinali. Non è stata affatto una passeggiata. 

SPORTLAND-VILLA IMPERIALE
 1-3 (0-0 p.t.)
Si parte col turbo inserito. Kofol è ispirata e con una sassata dalla distanza colpisce subito la traversa. Lo Sportland si difende e riparte, Pozzi si presenta a tu per tu con Tarantino, tirandole addosso. Anche Malgrati si mette in evidenza, respingendo di piede una pericolosa conclusione di Vigato. Il Villa Imperiale, con le sue conclusioni da fuori area, si fa preferire, Kofol e Malgrati le grandi protagoniste di un piacevole primo tempo, che termina sullo 0-0, nonostante un doppio palo, in rapida sequenza di Tschour e Seveso. Si riparte con lo stesso motivetto: tira Kofol da fuori area, Malgrati respinge l’ennesima conclusione pericolosa. Tira che ti ritira, Kofol vince il personale duello con Malgrati, sbloccando il risultato con un sinistro a giro dalla distanza. Salmeri ha la chance per il pareggio, ma anziché servire Pozzi sola al centro dell’area, preferisce calciare da posizione angolata, con la conseguenza di una bella parata da parte di Tarantino. Più ciniche le patavine, che approfittano di un erroredi Salmeri per raddoppiare con un destro secco di Bettiati. Lo Sportland riapre la gara con una zampata con Tschour, abile ad anticipare Tarantino in uscita, rendendo gli ultimi minuti palpitanti, finquando Dardanelli fugge a campo aperto, scarta anche Magagnini (entrato al posto dell’acciaccato Malgrati)
SPORTLAND: Malgrati, Pozzi, Cardoso, Crespi, Salmeri, Seveso, Giordi, Tortorelli, Tschour, Tombolini, Di Turi, Magagnini. All.Cocchini

VILLA IMPERIALE: Tarantino, Ghigliordini, Kofol, Vigato, Bettiati, Perozzo, Valle, Tonin, Cappelletto, Dardanelli, Doro, Guglielmini. All. Carluccio

MARCATRICI: 1’14” s.t. Kofol (V), 8’34” Bettiati (V), 14’51” Tschour (S), 17’46” Dardaneli (V)

AMMONITE: Salmeri (S), Seveso (S)

ARBITRI: Antonio Schirone (Barletta), Domenico Ricco (Barletta) CRONO: Saverio Carone (Bari)

MANFREDONIA 2000-FUTSAL NUCERIA  0-1 (0-1 p.t.)
Al PalaPertini, tanto Futsal Nuceria sin dalle prime battute: Attanasio si divora il vantaggio calciando al lato da ottima posizione, Vuolo sblocca il risultato con un guizzo da dentro l’area. Foddai e ancora Attanasio sfiorano quel raddoppio che non arriva nel primo tempo. Anche la ripresa si apre nel segno delle ragazze di Giuseppe Dello Ioio, Giuseppina Lamberti vede negarsi la gioia del gol da Palumbo. L’incontro diventa più equilibrato. Il Manfredonia esce dal suo guscio e comincia a costruire occasioni da gol, almeno un paio, soprattutto con Longo. La gara si anima con occasioni da una parte e dall’altra: la solita Vuolo calcia al lato, una bella girata di D’Alessandro esce di un nonnulla, capitan Lamberti è una spina nel fianco della difesa sipontina e va vicina alla gioia personale. A metà ripresa Foddai e Rosa Vuolo costruiscono un 2 contro 1 che però non viene concretizzato per il provvidenziale intervento di Palumbo. Già, Palumbo: un nome ricorrente a poco meno di 6′ dal termine, quando Liliana viene murata da Elisabetta. Il punteggio non rende merito alle occasioni da rete, perché una girata di D’Alessandro si spegne sul fondo, perché Longo calcia debolmente sottoporta. Il risultato non cambia: passa il Futsal Nuceria, che affronterà il Villa Imperiale.
MANFREDONIA 2000: Palumbo E., Palumbo G., Morrone, Longo, D’Alessandro, Ciociola, Placentino, Maccione, Aquilante, Bosco, Tizzani, Nardella. All. Portovenero

FUTSAL NUCERIA: D’Amelia, Lamberti, Vuolo, Attanasio, Palumbo M., Vitale, Lambiase, Dello Ioio A., Barba, Dello Ioio B., Nacchia, Foddai. All. Dello Ioio G.

MARCATRICI: 5’45” p.t. Vuolo (N)

AMMONITE: Vuolo (N), Palumbo A.

ARBITRI: Gianluigi Squilletti (Campobasso), Giuseppe Panichella (Campobasso) CRONO: Amedeo Lacalamita (Bari)

PRO MEGARA-DUOMO CHIERI 0-1 (0-0 p.t.)
Il terzo quarto del PalaPertini s’infiamma subito. Caterina Biasiolo può rompere l’equilibrio e portare in vantaggio il Duomo Chieri ma calcia alto a tu per tu con Gerace. Immediata la risposta del Pro Megara, pericolosissima con Simona Guardo. Le piemontesi ci provano ancora con una punizione di Monica Di Savino deviata – provvidenzialmente – in angolo da Zagarella e con il passare dei minuti effettivi conquistano il predominio territoriale. Un fendente dalla distanza di Caterina Biasiolo termina al lato della porta difesa da Gerace. Ai punti avrebbe anche vinto anche il Duomo, ma nessun gol nella prima frazione, 0-0 all’intervallo. Le megaresi iniziano con un altro piglio la ripresa, prendendo d’assedio le metà avversaria: Laura Li Noce e Simona Guardo vanno a un passo dal vantaggio, un duo contro uno Arinelle-Laura Di Noce viene sventato da un ottimo intervento di Camilla Chenna. Dario Biasiolo si arrabbia con le proprie giocatrici e le urla del tecnico delle piemontese sortiscono una grande palla gol per Rebecca Chenna. Che se ne va di prepotenza a campo aperto ma viene ipnotizzata da una grande Gerace. A 6’07” dal suono della sirena, il risultato cambia: il diagonale chirurgico Caterina Biasiolo non dà scampo a Gerace. Grasso ci pensa su, poi opta per il 5vs4, con Malato portiere di movimento: arriva subito l’occasione di Laura Li Noce, a 13″ un rasoterra di Guardo si stampa sul palo e nella mischia successiva il pallone che avrebbe potuto portare la sfida ai tiri di rigore, non entra in porta. Finisce 1-0 per la gioia incontenibile del Duomo Chieri.
PRO MEGARA: Gerace, Guardo, Li Noce L., Zagarella, Arinelle, Malato, Patelmo, Guagenti, Greco, Li Noce A., Blandini, Rizzotti. All. Grasso.

DUOMO CHIERI: Chenna C., Di Savino, Biasiolo C, Chenna R., Barillà, Beidda, Musso, Veglio, Torazzi, Pavan. All. Biasiolo

MARCATRICI: 15’53 s.t. Biasiolo (D)

AMMONITI: Zagarella (M)

ARBITRI: Antonio Valentini (Bari), Luca Michele De Candia (Molfetta) CRONO: Giuseppe Doronzo (Barletta)

ETA BETA-REAL PRAENESTE 2-5 (1-3 p.t.)
Il Real Praeneste ha un approccio aggressivo nell’ultimo quarto di finale del PalaPertini, Marsili va vicinissimo a quel gol che un cinico Eta Beta mette a segno con Diamantini al primo affondo. Galantini chiama time out, le sue urla rimbombano nel palazzetto di Noicattaro, ma hanno un effetto adrenalina sulle capitoline: Marsili in appena un minuto e ventitrè secondi ha già capovolto il risultato. Starnoni trova il pertugio giusto per incunearsi nella difesa marchigiana e firmare il doppio vantaggio del Real Praeneste: 3-1 all’intervallo. Real Praeneste superiore anche nella ripresa, Gagnoni s’incune in area marchigiana, vede Marsili sul secondo palo, e per il bomber delle romane è un giochetto da ragazzi portarsi a casa il pallone per il suo hat trick. Capitan Paolucci non ci sta e prova a riaprire un incontro, chiuso a 1’17” dal termine da Gagnoni.
ETA BETA: Eusepi, Tazzari, Paolucci, Buresti, Fatica, Bonci, Diamantini, Monaldi, Pascucci, Tiltu. All. Fazio.

REAL PRAENESTE: Scilingo, Sensini, Salamone, Cantisano, Scarpellini, Chimenti, Cojocaru, Gagnoni, Pistocchi, Massariello, Starnoni, Turnone, Marsili. All. Galantini

MARCATRICI: 8’22” p.t. Diamantini (E), 10’07” Marsili (R), 11’29” (M), 16’42” Starnoni (R), 4’49” s.t. Marsili (R), 8′ Paolucci (E), 18’43” Gagnoni (R)

AMMONITE:

ARBITRI: Antonella Maglietta (Bari), Vincenzo Tafuro (Brindisi) CRONO: Tommaso Impedovo (Bari)

FINAL EIGHT COPPA ITALIA SERIE C

QUARTI DI FINALE (NOICATTARO) – VENERDÌ 9 MARZO
1) SPORTLAND-VILLA IMPERIALE 1-3
2) MANFREDONIA 2000-FUTSAL NUCERIA 0-1
3) PRO MEGARA-DUOMO CHIERI 0-1
4) ETA BETA-REAL PRAENESTE 2-5
SEMIFINALI – SABATO 10 MARZO
X) VILLA IMPERIALE-FUTSAL NUCERIA ore 13.30
Y) DUOMO CHIERI-REAL PRAENESTE ore 16
FINALE – DOMENICA 11 MARZO
VINCENTE X-VINCENTE Y ore 11