#FinalEight, giovedì i quarti a Tolentino: Malagò elogia la scelta della Divisione

#FinalEight, giovedì i quarti a Tolentino: Malagò elogia la scelta della Divisione

Il futsal italiano in visita alla casa dello sport tricolore. Accompagnate dal presidente della Divisione Calcio a cinque, Andrea Montemurro, le società vincitrici della Final Eight di Coppa Italia di Serie A2, Serie A Elite e Serie A femminile – nell’ordine Italservice Pesarofano, Olimpus Key Partner Roma e Real Sandos – sono state ricevute al Foro Italico dal presidente del CONI Giovanni Malagò che, complimentandosi, con gli atleti, allenatori e dirigenti delle squadre presenti ha ricordato i suoi trascorsi nel calcio a 5.

Il presidente Andrea Montemurro e Riccardo Barra sono la mia storia, la mia vita – ha ricordato Malagò -. Mi vanto di un piccolo aneddoto: per candidarti a diventare il Presidente del CONI, devi avere almeno uno di questi requisiti: devi essere Stella o Collare d’oro al Merito Sportivo, devi essere stato Presidente o Vice Presidente di una Federazione o membro di Giunta, o devi essere stato un nazionale di una disciplina riconosciuta dal CONI. Quando ho riempito il modulo sono stato orgoglioso di essere il primo Presidente del CONI ad essere stato tutti e tre. E se possedevo il terzo requisito è stato grazie al calcio a 5. Fa parte della mia famiglia, mi sono divertito come un pazzo e quando mi chiamano per il calcio a 5 cerco sempre di esserci”.

Malagò ha elogiato quindi la decisione della Divisione di far disputare, giovedì 23 marzo, i quarti della Final Eight di Coppa Italia Serie A maschile, al Pala Giulio Chierici di Tolentino, uno dei comuni colpiti dal terremoto.
Bravo Andrea – le sue parole -. È questo che bisogna fare: portare le finali dove c’è bisogno. A Norcia c’è tutto il tema della scherma, c’è il Palazzo dello Sport di Amatrice, poi c’è tutto un discorso dell’Abruzzo. A Tolentino c’è un bisogno spaventoso e questa è veramente una bella iniziativa. Lo sport può regalare una giornata di divertimento e contribuire al rilancio di zone che hanno vissuto il dramma del terremoto e che ora stanno pagando un prezzo molto alto, un danno indiretto che si ripercuote sul loro tessuto sociale ed economico”.

All’evento, promosso per sensibilizzare i sostenitori e gli appassionati del futsal sull’emergenza delle popolazioni colpite dal terremoto, parteciperanno le squadre di Serie A che sono arrivate tra le prime 8 al termine del girone d’andata. Le semifinali e la finale, invece, si giocheranno sabato e domenica al Pala Giovanni Paolo II di Pescara.

(fonte wwww.coni.it)