Final Four regionale, semi: A-Team-Sporting Limatola e Sp.Venafro-Area Indoor

05-04-2019
Final Four regionale, semi: A-Team-Sporting Limatola e Sp.Venafro-Area Indoor

Sarà la cena di questa sera, alla quale prenderanno parte anche i rappresentanti delle istituzioni del territorio e i delegati della Divisione Calcio a 5, a far levare il sipario sulla Final Four della Coppa Italia di Serie C 2018/2019 organizzata dallo Sporting Venafro a Isernia. I cancelli del PalaFraraccio, dunque, riaprono al futsal nazionale dopo due anni di lontananza, grazie alla volontà del presidente Gianluca Primavera e dei suoi collaboratori, che hanno fortemente voluto l’organizzazione di questo evento per riportare il Molise al centro del movimento dopo gli ottimi riscontri ricevuti a inizio marzo dalla Final Eight della Coppa Italia di Serie B che si è svolta a Campobasso. Saranno quattro le partecipanti alla rassegna pentra, ma sarà un autentico “parterre de rois” quello che si presenta agli occhi degli appassionati chiamati a raccolta per la due giorni di Isernia.

Non solo Sporting Venafro, prima società del Molise capace di ottenere questo risultato, già di per sé storico. In campo anche due squadre che hanno già ottenuto la promozione in Serie B nei rispettivi campionati, ossia A Team Arzignano (fresca di vittoria in Veneto, festeggiata mercoledì sera con il successo esterno per 9-4 nello scontro diretto di Rossano) e Area Indoor (capace di vincere con quattro giornate di anticipo in Lombardia); oltre ai campani dello Sporting Limatola, beffati dalla loro C1 dai Leoni Acerra volati in Serie B per effetto del vantaggio degli scontri diretti dopo che le due rivali avevano terminato a pari punti dopo una corsa di trenta giornate!

Per Sporting Limatola e lo stesso Sporting Venafro, attesi nelle prossime settimane dai playoff (i molisani possono ancora conquistare la Serie B direttamente aggiudicandosi il titolo regionale), il salto nel nazionale potrebbe comunque materializzarsi anche semplicemente accedendo alla finale, a condizione che l’altra finalista sia una delle due formazioni già promosse: per effetto del regolamento, con qualsiasi risultato che uscirà dal confronto conclusivo di domenica pomeriggio, una delle due potrà acquisire il diritto a partecipare al campionato superiore la prossima stagione.

LE SEMIFINALI – Ad aprire il programma del PalaFraraccio saranno Sporting Limatola e A Team Arzignano.
I campani, dopo aver eliminato la Svamoda Potenza nel primo turno (5-4 e 6-4), hanno avuto ragione in semifinale del Kroton, sconfitto prima in Calabria per 4-1 e poi a Capua per 6-3. L’A Team ha invece vinto il gironcino che comprendeva gli emiliani del Baraccaluga e gli altoatesini della Polisportiva Pineta, vincendo prima a Lugagnano per 5-3 e poi ripetendosi con la squadra bolzanese per 6-2.
Nessun problema di formazione per i tecnici Mele (che recupera Esposito) e Ranieri (unico problema è la gestione della lunga trasferta in pullman che oggi porterà i vicentini da Arzignano a Venafro): fischio d’inizio alle ore 12.
Nel pomeriggio sarà la volta del confronto tra Sporting Venafro e Area Indoor. I padroni di casa, dopo aver vinto la doppia sfida con gli umbri del Gubbio Burano (5-2 e 5-0) si sono imposti a sorpresa sui laziali del Carbognano, travolti per 6-0 al PalaPedemontana ma capaci di rimontare solo parzialmente in gara-2 non andando oltre il 4-2. I piacentini, dal canto loro, nel primo turno hanno prevalso sui toscani della Lastrigiana, ribaltando al ritorno per 9-1 il 2-3 subito all’andata; nei quarti hanno vinto dapprima a Monastir per 5-4 per poi pareggiare in rimonta (2-2 da 0-2 con due reti nell’ultimo minuto) nella seconda partita giocata a Castel San Giovanni.
Di Padua, mister dello Sporting, potrà contare su tutti gli effettivi mentre dovrà gestire bene le risorse il tecnico piacentino Paolo Losi, viste le squalifiche di Pego (capocannoniere della C1 lombarda con 39 gol), Cimmino e di Braho (sospeso a tempo durante la stagione).

GLI ARBITRI – Sporting Limatola-A Team Arzignano sarà diretta da Paolo Milardi di Pescara e Silvio Paoloni di Ascoli Piceno, il crono sarà invece Domenico Donato Marchetti di Lanciano. Terna tutta campana per Sporting Venafro-Area Indoor: sarà composta da Emilio Romano di Nola e Raffaele Colucci di Frattamaggiore che si avvarranno della collaborazione al tavolo di Liberato Schettino di Castellammare di Stabia.

IL REGOLAMENTO – Contrariamente alla fase di qualificazione, le gare della Final Four si giocheranno sulla base di due tempi da venti minuti effettivi ciascuno. In semifinale, se il risultato al termine dei tempi regolamentari dovesse essere di parità, si procederà direttamente all’esecuzione dei tiri di rigore per determinare la squadra finalista. In finale, invece, qualora il risultato fosse di parità dopo i 40′ regolamentari, si disputeranno due tempi supplementari da cinque minuti ciascuno e se la situazione di parità dovesse persistere si passerà ai tiri dal dischetto per decretare la vincitrice della Coppa Italia di Serie C 2018/2019.

STREAMING – Tutte le partite della Final Four di Isernia verranno trasmesse in diretta sulla pagina Facebook della Divisione Calcio a 5 e dei portali che condivideranno sui rispettivi canali social l’evento.