Feldi Eboli a valanga: Catania superato 7-1 al PalaDirceu

La Feldi Eboli è scesa in campo quest’oggi contro il Catania con un duplice obiettivo: conquistare i 3 punti e ritrovare il bel gioco per nulla espresso nella sconfitta a Barletta. Possiamo affermare che l’obiettivo è stato perfettamente centrato, grazie ad una convincente vittoria per 7 a 1 davanti al proprio pubblico che ha riempito le tribune del PalaDirceu. Il punteggio per quanto netto non esprime la supremazia di gioco avuta dalla Feldi in tutte le zone del campo, va dato comunque merito ai siciliani di aver provato a giocare una partita coraggiosa ma i numerosi infortuni uniti ad altre assenze rendevano la partita un’autentica impresa. Mister Oranges recupera Gilli e può disporre di Arteiro in piena forma dopo l’infortunio delle scorse settimane, manca Arillo per squalifica ed Imparato è sulla via del recupero totale.

Pronti, via e la Feldi è subito avanti con un gol di Duarte che bissa la sua rete all’8° minuto del primo tempo, ottima partita del laterale brasiliano, schierato quest’oggi dal primo minuto, ripagando ottimamente la fiducia concessagli da mister Oranges. La Feldi Eboli continua ad attaccare per tutto il primo tempo ma complice qualche imprecisione delle ottime parate del portiere Dalcin il primo tempo si conclude sul punteggio di 2 a 0. Così come nel primo tempo anche nel seconda la Feldi parte a razzo ed in soli 3 minuto chiude la partita grazie ad una sfortunata autorete di Lombardi, al solito Borsato e a Bebetinho. La partita è virtualmente conclusa, 5 gol sono un divario troppo grande per le corte rotazioni dei ragazzi in maglia verde, che anzi devono subire altri due gol da parte di Nigro e ancora di Borsato. Ad 8 minuti dalla fine la partita è virtualmente conclusa, i ritmi di gioco si sono notevolmente abbassati e mister Oranges manda in campo tutti i ragazzi under 21 convocati quest’oggi. L’ultimo sussulto è il gol della bandiera siglato da Da Costa su rigore a 5 minuti dalla fine dell’incontro. Fischio finale e tanti applausi per la squadra del patron Di Domenico.

Come detto era fondamentale vincere e la Feldi ha centrato in pieno il risultato, giocando una partita intelligente e matura, evitando ammonizioni inutili o inutili affaticamenti. Tutto in vista della prossima partita sabato 26 a Meta, dove tutti dovranno essere al cento per cento per conquistare un risultato positivo che avvicinerebbe di molto i rossoblù alle Final Eight.

 

FELDI EBOLI-CATANIA 7-1 (2-0 p.t.)
FELDI EBOLI:
 Gilli, Bertoni, Duarte, Bebetinho, Borsato, Graziano, Frosolone, Arteiro, Moccaldi, Caponigro, Nigro, Sinno. All. Oranges

CATANIA: Dalcin, Da Costa, Buscemi, Moraes, Lombardi, Scarcella, Tagliaverga, Rodolico, Di Franco, Siracusa, Bruca, Capizzi. All. Grasso

MARCATORI: 1′ e 8′ p.t. Duarte (E), 2′ s.t. aut. Lombardi (C), 3′ Borsato (E), 3’30” Bebetinho (E), 10′ Nigro (E), 11′ Borsato (E), 15′ rig. Da Costa (C)

AMMONITI: Moraes (C), Buscemi (C)

ARBITRI: Raffaele Ricci (Foggia), Luca Micheli (Frosinone) CRONO: Michela Iannone (Nocera Inferiore)

SPOGLIATOI 

Serratore: “Era importantissimo riprendere il cammino interrotto dopo la sconfitta di Barletta, meritata ma sfortunata, della settimana scorsa. Bisognava vincere per riprendere il percorso per quello che noi stiamo cercando di costruire, un campionato dignitoso ed una stabilità nei piani alti della classifica. Con l’aiuto di tutti, con il recupero di alcuni infortunati e con qualche aggiustamento in corso penso che possiamo dire la nostra in questo campionato difficilissimo come mai prima.”

Oranges: “Tutte le vittorie sono importanti e questa non fa eccezione, oggi ci tenevamo a giocare bene e lo abbiamo fatto anche se bisogna dire che il Catania aveva pochissime rotazioni. Il nostro impegno è stato massimale, rispettando il piano di gioco ed evitando forzature che potessero compromettere le prossime partite.”

Caponigro: “Oggi era importante vincere dopo la sconfitta di Barletta, in settimana abbiamo lavorato intensamente ed abbiamo messo in campo le indicazioni che  mister Oranges ci aveva dato. Ora pensiamo al Meta ed allenamento dopo allenamento cercheremo di portare ad Eboli 3 punti.”

Marcelo: “Nel primo tempo siamo stati in partita, il 2 a 0 era ancora accettabile ma poi gli infortuni ci hanno penalizzato molto, diversi miei compagni giocano con problemi muscolari. Abbiamo tanti assenti ma questa non deve essere una scusa, la Feldi è una squadra molto forte che lotterà per il campionato e lo ha dimostrato nel secondo tempo. Noi dobbiamo pensare alla salvezza, è difficile ma non impossibile; dobbiamo cancellare la partita di oggi e pensare a sabato prossimo. L’obiettivo rimane la salvezza.”

Ufficio Stampa ASD Feldi Eboli C5
Sandro Antonini