Faventia volitivo, ma non basta. Agli ottavi di Coppa ci va il Villorba

Faventia volitivo, ma non basta. Agli ottavi di Coppa ci va il Villorba

Addio sogni di gloria. Quelli del Faventia si sono infranti inesorabilmente in un freddissimo martedì sera di Gennaio al Palateatro di Villorba, al cospetto di una squadra decisamente più in forma, meno acciaccata e probabilmente più “affamata”.

Al Faventia non è bastato stringere i denti per superare i dolori degli acciacchi e degli infortuni e non sono bastati nemmeno gli under 21 aggregati, ancora troppo acerbi per riuscire ad entrare completamente nelle trame di gioco della prima squadra. La maglia è stata onorata, questo si, l’immagine del capitano Barbieri che corre zoppo da una parte all’altra del campo e che anche richiamato in panchina si sbraccia e chiama gli schemi smanioso come solo un leone in gabbia può essere di risollevare le sorti del match è un’immagine terribile che resterà indelebile negli occhi di chi ha assistito dalle tribune alla partita conclusasi 7-2 in favore di Villorba.

I romagnoli escono dunque dalla coppa, a testa alta ma con molte situazioni su cui riflettere. Se in mix zone i due allenatori, Regondi e Bottacini, si abbracciano e sdrammatizzano resta comunque la delusione pacata negli occhi dell’uomo Bottacini che ammette tra i sorrisi:

“Il Villorba ha avuto sicuramente la determinazione, il coraggio e più personalità, e fa male ammetterlo perché sono le cose che richiedo sempre io alla mia squadra, finchè ci sono state le dimensioni giuste tra le due difese si è giocato alla pari, poi però loro sono venuti fuori. Il gol di Tampieri nel secondo tempo mi ha maledettamente illuso di poterla riaprire poi però Villorba ha meritato la vittoria e il passaggio del turno.”

“Quando si ha la fortuna di potersi allenare in 18 – spiega Luigi Regondi – e fare il riscaldamento con 13 giocatori mandandone uno in tribuna prima dell’inizio della partita significa che si hanno più rotazioni, io ho la fortuna di avere inoltre giocatori di qualità. Abbiamo vinto 2 volte contro Faenza, l’hanno scorso il Faventia si era aggiudicato due partite su due. Adesso aspettiamo la bella a marzo.”

 

LA PARTITA: Prima del fischio d’inizio 13 giocatori a riscaldarsi nel Villorba, Regondi decide che è il caso di tenere Zornetta in tribuna. 11 invece quelli del Faventia, tra cui Stranci, Soglia e Vassura aggregati dall’U21. La mancanza di Garbin si sente fin dai primi minuti, i manfredi non riescono ad avere profondità, Villorba attacca senza remore e solo Conti salva il risultato. All’8° minuto di gioco Conti tiene palla oltre 5 secondi, l’arbitro fischia il calcio di punizione dal limite. Mazzon è un cecchino e insacca all’incrocio dei pali.

Il Faventia non ci sta ed esce gradualmente, due minuti dopo Cedrini trova il pareggio approfittando di una mischia in area. Sarà solo un fuoco di paglia, i manfredi cercano di chiudersi ma il classe 99 Bortolini, ex Luparense, più rapido che alto, è immarcabile sulla fascia destra e viene steso nuovamente al limite. Sugli sviluppi del calcio da fermo Casadio salva sulla linea ma stavolta è Del Piero a ribattere in rete per il 2-0.

A due minuti dalla fine della prima frazione l’arbitro fischia ancora un fallo dal limite. Mazzon si incarica nuovamente della battuta e sigla il definitivo 3-1.

Nella seconda frazione i manfredi partono col piede giusto, Bortolini segna dribblando tutti portiere compreso, Tampieri accorcia le distanze piazzando da fuori area la palla all’incrocio dei pali, sembra l’inizio della rimonta invece non accadrà più nulla.

 

Il Faventia cade sotto i colpi di Mazzon, Del Piero e Zoccolillo sventolando bandiera bianca a 5’ dal termine quando Bottacini anziché schierare il portiere di movimento manda in campo gli U21.

Con questa sconfitta i manfredi escono dalla Coppa Italia e si apprestano a concentrarsi solamente sul campionato che attualmente li vede al secondo posto in classifica in coabitazione proprio con Villorba.
Sabato finalmente il Faventia giocherà la prima partita in casa del 2017, alle 15,00 al Palacattani contro Belluno.

 

VILLORBA: Bresolin, Busato, Vailati Canta, Mazzon, Zoccolillo, Del Piero, Bottega, Grigolon, Spatafora, De Vivo, Bortolini, Venier. All. Regondi

FAVENTIA: Conti, Cedrini, Barbieri, Soglia, Casadio, Tampieri, Grelle, Caria, Vassura, Stranci, Tronconi. All. Bottacini.

 

RETI: 8’pt, 18’pt e 14’st Mazzon(V), 10’ Cedrini(F), 14’pt e 13’st Del Piero(V), 4’st Bortolini(V), 5’st Tampieri(F), 17’st Zoccolillo(V).

AMMONITI: Grigolon