Fase nazionale Coppa Italia regionale maschile e femminile: arrivano i primi verdetti

21-02-2019
Fase nazionale Coppa Italia regionale maschile e femminile: arrivano i primi verdetti

Arrivano i primi verdetti dalla fase nazionale della Coppa Italia di Serie C, sia maschile che femminile. Si conoscono i nomi delle prime due squadre qualificate per i quarti di finale e delle prime formazioni a uscire di scena, in attesa che tra sabato e mercoledì della prossima settimana e i posticipi di domenica 3 marzo vengano fuori quelli delle altre compagini che andranno a comporre il turno ad eliminazione diretta che determinerà le protagoniste delle Final Four di inizio aprile.

SERIE C MASCHILE – Sono Area Indoor e Sporting Limatola le prime due qualificate della rassegna maschile. I piacentini, che si avviano a trionfare anche nel campionato di C1 della Lombardia, hanno travolto la Lastrigiana (capolista dell’omonimo torneo toscano) col punteggio di 9-2 ribaltando il 2-3 subito il mercoledì precedente a Lastra a Signa. Risultato già in ghiaccio all’intervallo (8-1), sul tabellino le triplette di Montagna, Pego e Campos, per la squadra fiorentina a segno Cubillos e Votano.

Primo tempo decisivo anche nella sfida del PalaPergola tra Svamoda Potenza e Sporting Limatola. I campani, che avevano vinto all’andata per 5-4, sono andati al riposo forti di quattro gol di vantaggio per le marcature di Iazzetta, doppio Esposito e La Gatta; Girardi e Goldoni ridavano vita alle speranze lucane in avvio di ripresa ma Biscardi le spegneva a poco più di dieci minuti dal termine. Le reti di Bonansegna e ancora La Gatta valevano solo per il dato statistico: 6-4 per lo Sporting Limatola e per la squadra di Mele era qualificazione. Esce di scena, invece, l’Editalia Barletta che non è andata oltre il 6-6 con gli abruzzesi dell’Atletico Sambuceto. Partita ricca di emozioni: doppio botta e risposta nel primo tempo che si chiudeva sul 2-2, poi Borracino e Acocella allungavano sul 4-2 ma la risposta dei pescaresi era veemente e punteggio che veniva ribaltato da una doppietta di Della Matrice e Criscuolo. Nell’ultimo minuto accadeva di tutto: pareggiava Di Vincenzo, Aiello riportava avanti gli ospiti, Pedro li riprendeva ma il disperato forcing finale dei barlettani non veniva premiato. Mercoledì prossimo la decisiva sfida tra Atletico Sambuceto e Kroton.
Arriva l’eliminazione anche per gli emiliani del Baraccaluga, battuti a Laives per 2-1 dalla Polisportiva Pineta e precedentemente sconfitti in casa per 5-2 dall’A Team Arzignano. Vantaggio trentino di De Gasperi in avvio di gara, al 13′ della ripresa pareggiava Pizzelli ma Candioli, a tre minuti dalla sirena, decideva il match, anche se per il Pineta adesso sarà obbligatorio andare a vincere in Veneto per accedere ai quarti.

Da sabato si giocherà per gli ultimi verdetti: apriranno le ostilità Palmanova e Ospedaletti, che si contenderanno in Friuli il pass per il secondo turno dopo aver ambedue battuto – nel triangolare B – lo Jesi (ai padroni di casa può bastare anche il pareggio, potendo contare sul maggior numero di gol segnati a parità di differenza reti), prima squadra a salutare la competizione. Mercoledì le restanti partite: in programma, appunto, A Team-Pineta e Atletico Sambuceto-Kroton, poi Carbognano-Pro Nissa (2-2 all’andata), Monastir Kosmoto-Top Five (2-2) e Gubbio Burano-Sporting Venafro (molisani vittoriosi per 5-2 in gara-1).

SERIE C FEMMINILE – Saluta il torneo la Virtus Romagna, sconfitta per 3-2 nella seconda gara del triangolare B a Monza dal San Biagio: inutile la doppietta di Cabrera per le riminesi, di Pennisi, Zambelli e Battini le marcature della vittoria brianzola. Il minigirone si chiuderà mercoledì a Padova, con il PSN costretto a vincere per ottenere la qualificazione e accedere ai quarti di finale dove si trovano già le genovesi del Città Giardino Marassi, qualificate d’ufficio per la mancata partecipazione della rappresentante del Piemonte, dove non si è giocata la fase regionale. Mercoledì si dispuano anche le partite di ritorno degli abbinamenti ad eliminazione diretta. Con un piede nei quarti le calabresi del Mirabella (attese a Termoli dopo il 9-1 in gara-1 sull’Arcadia) e le siciliane del Castellammare (passate per 7-1 in casa della Fenix Santa Maria). Un gol da difendere per le abruzzesi del Francavilla, che si sono imposte per 3-2 nella gara di andata in casa dell’Atletico Foligno, mentre è ancora tutto in discussione tra Prato e Mediterranea Cagliari: in Sardegna è finita 1-1. Domenica 3 marzo i posticipi, con il Trilacum che riparte dal 5-2 ottenuto nel match di Tolentino con le Cantine Riunite, e la Sabina Lazio Calcetto che si presenta ad Altamura forte del 5-1 imposto alle pugliesi nel primo confronto giocato domenica scorsa a Passo Corese.