Live Match

Esulta la Came Dosson, PalaScaloria ancora tabù per il Vitulano Drugstore Manfredonia

Esulta la Came Dosson, PalaScaloria ancora tabù per il Vitulano Drugstore Manfredonia

Continua il tabù Palascaloria per il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia, che al termine di una gara rocambolesca, soccombe per 3-4 contro la Came Dosson, nella 9° giornata del campionato di serie A di calcio a 5. Prima frazione che ha dell’incredibile. Un match che vede i sipontini partire benissimo, con un approccio veemente, chiaro segnale che i padroni di casa vogliono dare all’incontro. Subito protagonista Well, che prima salva sulla linea in extremis un gol praticamente fatto di Japa Vieria, e poi finalizza alla perfezione la conseguente ripartenza sull’asse Caputo-Boaventura. Caruso è bravo, poco dopo, ad incunearsi in area avversaria ma Dener respinge la carambola del possibile raddoppio.

I primi 10’ di gioco sono un monologo biancoceleste con occasioni a ripetizione. Boutabouzi è anticipato di mestiere prima della battuta a rete. Canabarro prova la rasoiata dalla distanza ma trova Pietrangelo. La pressione sipontina è allentata solo dal tentativo di Japa Vieria che dopo essersi liberato di Caputo, al 7’10”, spara alto da buona posizione. Al 10’23” arriva il meritato 2-0 dei locali. Canabarro pesca Well, palla restituita al brasiliano e destro scaricato in fondo alla rete. Lupinella è attento in 2 tempi su Suton.

La gara è saldamente nel controllo dei biancocelesti ma il minuto 12’ è lo sliding door della partita. La Came in 16 secondi riesce ad impattare con un 1-2 micidiale. Prima è il recuperato bomber Japa Vieria al 12’11” ad infilare, con un pregevole movimento sul piede perno, il gol del 2-1. Subito dopo è Arnon a realizzare il pari, sfruttando un batti e ribatti in area. Spalti gelati e tutto da rifare. Boaventura e Lupinella si infortunano. Il portiere riesce a recuperare, il laterale alza bandiera bianca. Lo sbandamento dei garganici dura solo un altro minuto, quando Dener in pallonetto sfiora il sorpasso. Monsignori richiama i suoi e il Vitulando Drugstore C5 Manfredonia riprende a macinare gioco ed occasioni. Boutabouzi mette fuori un bello schema da palla inattiva.

Well va via sulla fascia di competenza e regala a Canabarro l’opportunità del nuovo vantaggio ma il brasiliano alza troppo la mira. Favore restituito tra i due calcettisti ma stavolta è il pivot a concludere malamente. Crocco supera il diretto avversario vede respingersi il suo fendente dal viso dell’estremo difensore. Well a porta sguarnita, alza sulla traversa. Festival degli errori sotto porta per il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia e come avviene spesso nello sport, gli avversari ne approfittano. Di Guida al 17’04” sfrutta un presunto mancato fischio arbitrale, per un fallo nella metà campo sipontina apparso netto, e porta in vantaggio la Came Dosson. All’intervallo è 2-3 per gli ospiti.

La ripresa vede gli ospiti messi meglio in campo. L’aggressione alta dei veneti crea ambasce ai sipontini che hanno maggiori difficoltà nell’uscita pressing. Caruso per Canabarro al 5’36” provano a scuotere i dauni, destro deviato in angolo. Sugli sviluppi del corner, Raguso è bravo e sfortunato, dato che il suo gran tiro al volo timbra il montante. La gara va a sprazzi ma al 8’07” la Came Dosson realizza l’allungo decisivo. Juan Fran ben pescato in area, spedisce il suo piazzato alle spalle di Lupinella e fa poker. Raguso non ci sta e riaccorcia le distanze al 8’50”, finalizzando l’assist di Well. Il pubblico spinge i propri atleti nel massimo sforzo.

Una carambola a pochi metri dalla porta di Pietrangelo è sventata da Di Guida. Power play biancoceleste a 4’30” dalla sirena. Gli attacchi sono sterili e non producono occasioni nitide, anzi è Japa Vieria che dalla propria metà campo, coglie il palo a porta vuota. Il match scivola via e si conclude con il definitivo 3-4, che lascia tanti rimpianti ed interrogativi nell’ambiente sipontino, per l’ennesima occasione ghiotta sciupata e relega ancora il team biancoceleste mestamente in fondo alla classifica.