Esordio amaro per Di Iorio: il Marigliano viene sconfitto dal Lido di Ostia

Esordio amaro per Di Iorio: il Marigliano viene sconfitto dal Lido di Ostia

Non basta un buon Futsal Marigliano. La squadra di Di Iorio, all’esordio sulla panchina vesuviana, cede il passo alla capolista Lido di Ostia, registrando il secondo kappaò di fila. Inutile la doppietta di Stigliano.

IL MATCH. Il Marigliano ha retto bene alla forza dell’avversario, passando in vantaggio con Stigliano e sfiorando il raddoppio in due circostanze. Il Lido di Ostia perviene al pari prima del duplice fischio e completa la rimonta ad inizio ripresa, finalizzando due errori individuali dei vesuviani. L’espulsione di Galletto ha complicato i piani: nel finale il gol di Stigliano, schierato come portiere di movimento, vale il 5-2, prima del 6-2 definitivo. “La squadra ha dato buone risposte dal punto di vista emotivo – dice il tecnico Augusto Di Iorio -, sulla fase di non possesso in pressione e nella gestione delle situazioni speciali, mentre ha sofferto molto quando, arrivati al quinto fallo, ci siamo dovuti abbassare, oltre agli innumerevoli errori di carattere individuale. Si vive in un limbo strano: da una parte non si capisce la gravità del momento e della classifica, allo stesso tempo si ha una tale paura in campo nel giocare la palla, che la fase di possesso dura pochissimo. Per il mio modo di vedere questo sport, lasciare il pallino del gioco agli avversari è inaudito”. E aggiunge: “Bisogna avere timore e rispetto della nostra situazione, lavorando in settimana con serietà e dedizione, ma il sabato bisogna essere sfrontati, coraggiosi su ogni campo. Meglio restare a casa se non facciamo noi la partita. Dobbiamo lavorare talmente tanto da non riuscire ad immaginarlo, senza pensare ai giocatori che c’erano e non ci sono più, senza pensare a quelli che di volta in volta potrebbero mancare. Per raggiungere la salvezza dobbiamo tutti dare molto di più”.

Ufficio Stampa Futsal Marigliano