Elvira Perruzza al Kick Off: “Continuiamo così, miriamo sempre al bottino pieno”

Elvira Perruzza al Kick Off: “Continuiamo così, miriamo sempre al bottino pieno”

Urlo liberatorio e capriola alla “Oba Oba Martins”. Elvira Perruzza ha esultato così dopo aver firmato il pareggio a 4′ dalla fine che ha dimostrato alla Kick Off cosa può fare quando gioca da Kick Off: ad esempio, fermare in rimonta l’Olimpus Olgiata campione di Coppa Italia, con una gara tutta cuore e polmoni.

“Come abbiamo fatto a pressarle per 40′? E’ stata la voglia di vincere – risponde senza pensarci su la laterale – anche se un po’ di timore, a dirla tutta, c’era: nel femminile, si sa, si tende spesso a guardare i nomi e dall’altra parte c’era sicuramente una bella lista di fuoriclasse: Taty in particolare, una giocatrice completa e imprevedibile dall’inizio alla fine del match”.

Ma, alla fine, la mina vagante è stata proprio Perruzza, brava a sfruttare la tattica del portiere di movimento per strappare un punto che risarcisce – almeno parzialmente – la sconfitta subita in Coppa Italia.
“Una rete importante che dedico alla mia famiglia e al mio paese Ridotti (provincia di L’Aquila, n.d.c.). Anche a Bassano del Grappa, in verità, avevamo giocato bene riuscendo a mettere in difficoltà le capitoline: a San Donato abbiamo finalmente ottenuto quello che meritavamo. Rimanere a secco di punti dopo una prestazione del genere sarebbe stato ingiusto, infatti – anche se il giorno dopo dovevo alzarmi presto per andare in Accademia – ho preferito rimanere a festeggiare fino a tardi”.

Una parentesi di relax, prima di rituffarsi a capofitto nella preparazione dell’anticipo di Breganze contro le beriche di Zanetti: i precedenti non sorridono a Perruzza e compagne, stavolta – però – si viaggia verso il Veneto sulle ali dell’entusiasmo.
“Le conosciamo bene: veloci in ripartenza, pronte a colpire al momento giusto, aggressive. Davvero una bella squadra, ma ora siamo consapevoli di non essere inferiore a nessuno. Abbiamo fatto una bellissima figura con l’Olimpus e non ho dubbi che faremo lo stesso con le avversarie che dobbiamo ancora incontrare. Non sappiamo se basterà per i tre punti, in ogni caso – chiude la calcettista – noi miriamo sempre al bottino pieno, il resto verrà da sè”.