Domani Lazio-Woman Napoli, Chilelli: “La Supercoppa non sarà una distrazione”

Domani Lazio-Woman Napoli, Chilelli: “La Supercoppa non sarà una distrazione”

Stappato lo spumante a Capodanno, è stato immediatamente riposto in cantina. C’è stato ben poco tempo per festeggiare in casa biancoceleste, visto che sia il 31 dicembre che il primo gennaio la squadra è rimasta concentrata sul lavoro da fare, proseguendo senza colpo ferire negli allenamenti al PalaGems. Troppo importante questo inizio di 2017 per concedersi distrazioni. Giovedì, infatti, c’è la Woman Napoli a Fiano Romano, l’11 la Supercoppa a Montesilvano, il 15 la sfida interna con il Real Statte.

Chilelli. “Nella prima parte di stagione le consegne non sono state rispettate per intero – commenta Daniele Chilelli -. Abbiamo lasciato almeno sei punti per strada che non ci permettono di vivere questa parte di stagione con la giusta serenità, né di preparare al meglio un appuntamento come la Supercoppa nel quale si assegna un titolo nazionale. In campionato, infatti, saremo costretti a giocarci alla morte l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia, dovendo vincere almeno tre partite su quattro. Per la squadra che abbiamo creato è una situazione complicata, purtroppo anche gli infortuni ci hanno messo del loro, complicandoci il cammino, anche se ora sembra stia andando meglio da questo punto di vista”.

Lavoro. Ed ora, in questo primo mese ci si gioca tutto: “Stiamo lavorando bene, lo abbiamo fatto al meglio durante le feste, nelle quali non abbiamo mollato un centimetro: la disponibilità e lo spirito di sacrificio delle ragazze è sempre rimasto ai massimi livelli. Sono molto fiducioso, vedo una squadra unita, sul pezzo, anche se poi la gara non è come l’allenamento. Questa squadra, però, può vincere e perdere con tutti: col Napoli approcceremo la partita in maniera arrabbiata, agonisticamente cattivi, senza perdere la testa riguardo al nostro credo tattico. Abbiamo ancora negli occhi e nella mente quanto successo a Marigliano e vogliamo cancellare con una vittoria quel brutto ricordo”.

Supercoppa. La Supercoppa da una parte, l’accesso in Coppa Italia dall’altro, in casa Lazio è veramente il momento più delicato di tutti: “Ho sempre detto alla squadra che preferisco giocare la Final Eight di Coppa Italia, piuttosto che vincere la Supercoppa. È vero che un quarto di finale non assegna un titolo a livello nazionale, ma non viviamo per riempire la bacheca di trofei, quello se arriva è solamente il coronamento di un lavoro. Per una questione di passione, di come viviamo lo sport, per l’amore per il Futsal, dico che vivere la Coppa Italia e quei giorni è un qualcosa di troppo bello, al quale non voglio rinunciare. Non partecipare sarebbe un grosso passo indietro, un ridimensionamento per tutta la società”. Ma occhio, perché questo ragionamento non significa che alla Supercoppa non ci si pensi, anzi. “E’ da inizio anno che è un pensiero fisso. Dispiace solo per questo continuo rinvio di date. L’avessimo disputata prima, avremmo potuto contare anche su giocatrici che invece da dicembre non fanno più parte del nostro roster e che si erano conquistate sul campo il diritto di giocare questa competizione. Sono sicuro che vivranno la Supercoppa con le stesse nostre emozioni”. E di fronte ci sarà la bestia nera delle bestie nere, il Montesilvano sin qui mai battuto: “L’ultima prestazione contro di loro è stata la nostra peggiore di sempre, ma anche l’unica nella quale siamo riusciti almeno a strappare un punto. Questo è l’aspetto positivo al quale ci aggrappiamo: affronteremo una squadra molto forte, organizzata, che da quando c’è questo sport al femminile vive ai vertici di tutte le competizioni. Nutriamo massimo rispetto e da tanto tempo attendiamo di vincere con loro, chissà che nella partita più importante non possa arrivare questo primo successo. Tuttavia, non voglio che un eventuale risultati influenzi il resto della stagione. Tre giorni dopo giocheremo contro il Real Statte, in una vera e propria finale da vincere a tutti i costi. Dovremo essere bravi a non perdere il filo col discorso, servirà tanta lucidità senza staccare la spina. Dobbiamo proseguire inseguendo i nostri obiettivi: Scudetto e Coppa”.

S.S. Lazio C5 – Ufficio stampa