Live Match

Oggi a Ostia “In campo uguali ma diversi”, con il presidente Montemurro e Arianna Pomposelli

07-03-2019
Oggi a Ostia “In campo uguali ma diversi”, con il presidente Montemurro e Arianna Pomposelli

Venerdì 8 marzo (Giornata internazionale della donna), alle ore 10:00, presso il Teatro dell’Istituto Giovanni Paolo II di Ostia (Corso Duca di Genova, 157, 00121 Lido di Ostia, Roma – RM), verrà presentato “In Campo Diversi Ma Uguali”. Il progetto, promosso da OPES, Divisione Calcio a 5, AICEM, Sport Senza Frontiere ONLUS e realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le pari opportunità, con il patrocinio di CONI, Regione Lazio e dei Comuni di Roma e Firenze, chiede agli studenti degli Istituti secondari di secondo grado delle città di Roma, Caserta, Firenze e Palermo di realizzare delle campagne di comunicazione per ridurre quel “gender gap” (divario di genere in termini di opportunità) che separa l’Italia dagli altri Paesi europei e mondiali. Gli obiettivi dei contenuti che verranno prodotti dai ragazzi (logo, video, slogan, immagini fotografiche, testi e messaggi radiofonici) sono diversi e spaziano dal contrastare ogni forma di violenza al favorire il rispetto delle diversità di genere, passando per il ribaltamento di tutti quei comportamenti socio-culturali basati su modelli stereotipati dei ruoli delle donne e degli uomini, anche nel mondo dello sport.

La rilevanza sociale di “In Campo Diversi Ma Uguali” è davvero altissima e lo dimostrano le autorità del mondo sportivo, della formazione e delle sicurezza che interverranno all’Istituto Giovanni Paolo II. Oltre ai Prof. Massimo e Ottavio Di Paolo, rispettivamente Dirigente Scolastico e Vice-Preside dell’Istituto di Ostia che ospiterà l’evento, saranno presenti il presidente Nazionale di OPES Marco Perissa; il presidente della F.I.G.C. – L.N.D. Divisione Calcio a 5 Andrea Montemurro; il Vice Commissario della Polizia di Stato Gioia Nanni, dell’Ufficio di Staff del Direttore Centrale della Polizia Criminale, in rappresentanza dell’OSCAD (Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori, organismo istituito con il Decreto del Capo della Polizia in data 2 settembre 2010 per prevenire e contrastare ogni atto discriminatorio attinente alla sfera della sicurezza); Nada Vallone, Segretario Generale FITETREC-ANTE; ed, infine, le atlete Maria Moroni, Arianna Pomposelli, Michela Pezzetti e Noemi Nicosanti, donne protagoniste rispettivamente nel pugilato, nel calcio a 5 e nel karate. Modererà la presentazione Juri Morico, segretario generale di OPES.

Maria Moroni, nata a Foligno il 12 aprile 1975, può essere considerata la pioniera della boxe femminile italiana. Dopo aver praticato pattinaggio, nel 1999 si avvicina alla boxe, quando il pugilato femminile non era ancora riconosciuto. Uno dei simboli dell’emancipazione femminile in ambito sportivo, dopo aver chiuso la carriera con 10 vittorie (2 per K.O.) ed una sola sconfitta, diventa la prima donna eletta nel consiglio della Federazione Pugilistica Italiana e si afferma come giornalista e conduttrice TV.

Arianna Pomposelli è una calciatrice che sta contribuendo ai successi e all’esplosione del futsal femminile. Nata a Roma il 19 agosto 1991, Arianna è un’universale che difende i colori dell’Olimpus Roma e della Nazionale azzurra. Cresce nella Virtus Roma Ciampino, ma ben presto spicca il volo per approdare nella gloriosa Montesilvano. Chiusa la parentesi abruzzese, ritorna nella Capitale per vestire le maglie del Real L’Acquedotto, della Lazio Calcio a 5 e della già menzionata Olimpus Roma, società con la quale è tesserata dal 2017.

Michela Pezzetti, agente della Polizia di Stato e atleta delle Fiamme Oro, è una karateka (kata) dal palmares invidiabile. Nata a Perugia il 17 maggio 1991, Michela vanta un argento e quattro bronzi ai Campionati mondiali di karate a squadre. L’anno scorso, agli Europei di Novi Sad, insieme a Sara Battaglia e Terryana D’Onofrio, conquista l’oro, sconfiggendo in finale la Spagna per 3 a 2. La medaglia più preziosa, ottenuta nella città della Serbia, si unisce agli ori continentali di Budapest (2013) e Kocaeli (2017), agli argenti di Atene, Zurigo e Tampere (2010, 2011 e 2014) e ai bronzi di Tenerife, Istanbul e Montpellier (2012, 2015 e 2016). La personalissima collezione di medaglie di Michela si arricchisce di altri 11 ori, 8 argenti e 13 bronzi, ottenuti nelle prove a squadre e individuali di diverse manifestazioni (WKF Premier League, Campionati Italiani, Giochi del Mediterraneo e altri tornei internazionali).

Noemi Nicosanti è una giovanissima karateca che, come la collega Michela Pezzetti, è agente della Polizia di Stato ed atleta delle Fiamme Oro. Originaria di Velletri, Noemi si sta affermando come una fighter dagli ampi margini di miglioramento. Le medaglie d’argento e d’oro, conquistate rispettivamente nella quinta tappa della Premier League di karate che si è svolta ad Istanbul (giugno 2018) e ai Campionati d’Italia (novembre 2016), dimostrano che il suo futuro può essere roseo.