Di Stefano, un leader vero: “Cus Molise, il periodo no è alle spalle”

Di Stefano, un leader vero: “Cus Molise, il periodo no è alle spalle”

Ha messo il suo timbro sul derby prima sbloccando il risultato e poi offrendo una prestazione tutta cuore e determinazione. Il capitano del Cus Molise Antonio Di Stefano è stato uno dei protagonisti principali nella sfida vinta dagli universitari sabato contro la Chaminade. Alle sue parole abbiamo affidato sensazioni e prospettive di una stagione che certamente riserverà alla selezione del capoluogo, ancora tante soddisfazioni. L’obiettivo è quello della salvezza e in questa ottica l’ultima affermazione ha un valore doppio. “Sono stati tre punti salutari per noi – argomenta il numero sette del Cus Molise – venivamo da un periodo difficile nel quale abbiamo incassato tre sconfitte contro squadre di vertice. Dovevamo uscire da questo momento e credo che lo abbiamo fatto nella maniera migliore. Siamo tornati alla vittoria nel derby e ci fa doppiamente piacere”.

La prestazione che avete offerto sabato ha ricalcato le ultime con una differenza sostanziale: siete stati più lucidi sotto porta. E’ così?

 “C’è da dire che al di là del derby con l’Isernia, soprattutto in casa ci siamo sempre espressi bene e anche contro la Chaminade abbiamo confermato questo trend. Abbiamo avuto un approccio deciso e da subito abbiamo messo pressione ai nostri avversari e siamo riusciti a indirizzare la contesa sui canali giusti”.

Nel secondo tempo avete saputo amministrare bene il vantaggio difendendo con attenzione. E’ stata questa la chiave di volta del successo?

“Mantenere alta la concentrazione  per una squadra giovane come la nostra è fondamentale. In qualche circostanza, abbiamo avuto un calo mentale più che fisico nella ripresa mentre sabato non è stato così. Siamo riusciti ad essere costanti per tutti e quaranta i minuti e anche per questo il risultato non è mai stato in discussione. Ci ha fatto piacere vincere di fronte ad un pubblico numeroso e caloroso che comincia ad appassionarsi alla nostra squadra. Ora però dobbiamo continuare così”.

Sabato si andrà a Conversano, l’obiettivo è allungare la striscia positiva?

“Dobbiamo assolutamente fare bottino pieno perché è uno scontro diretto e non possiamo permetterci di fallire. I punti in palio valgono doppio e noi in trasferta siamo ancora alla ricerca del primo acuto. L’occasione è quella giusta, dobbiamo provarci”.