Dal Cin ancora fra i pali del Maritime: “Ora faremo grandissime cose”

Dal Cin ancora fra i pali del Maritime: “Ora faremo grandissime cose”

AUGUSTA) – Sensazioni ed emozioni di una stagione che ha lasciato il segno. Nell’intervista che pubblichiamo di seguito ripercorriamo il campionato del Maritime vissuto dal portiere Carlos Dal Cin, riaccendendo le luci sui momenti salienti, ma anche scoprendo curiosità e aneddoti.

Carlos, la stagione ha rispettato le tue aspettative?

“Credo proprio di sì. È stata una stagione da incorniciare: abbiamo vinto campionato e Coppa Italia; la nostra è stata anche la seconda miglior difesa in campionato e la migliore della Coppa Italia”.

Il tuo è il ruolo più delicato. Qual è la gara nella quale hai sfoderato la migliore prestazione stagionale?

“Il ruolo del portiere e sicuramente il più delicato un giorno sei il più forte al mondo, ma se per caso sbagli diventi scarso; sei il giocatore che deve evitare il gol: alla fine è questo quello che tutti vogliono vedere. La mia miglior partita quest’anno secondo me è stata quella dei quarti di finale di Coppa Italia (contro il Psg Potenza Picena), ho fatto interventi importanti, ma soprattutto ricordo la prima parata: credo sia stata la più bella, eravamo ancora 0 a 0 e sono riuscito a parare un “1 vs 1”. Un’ altra gara molto importante per me è stata quella disputata in trasferta contro il Cataforio eravamo avanti 2 a 1 e sono riuscito a fare un doppio intervento e subito dopo abbiamo fatto il 3 a 1 e alla fine abbiamo vinto 4 a 1”.

Qual è il ricordo più bello, l’emozione più forte che ti ha regalato questa stagione?

“Il ricordo più bello è rappresentato dalla conquista della Coppa Italia, senza dubbio. I nostri supporter e tutti gli altri tifosi anno fatto davvero un spettacolo bellissimo. Inoltre c’è una partita che rimarrà per sempre nei miei ricordi ed è quella durante la quale ho avuto la opportunità di indossare la fascia di capitano contro la  Pol. Futura. Per me è stato molto importante conoscendo la storia e l’importanza di chi ha già indossato questa fascia, non solo al Maritime ma anche col Villa Passanisi”.

La soddisfazione più grande?

“Aver raggiunto gli obiettivi e con merito. Abbiamo lavorato sodo per riuscire a vincere tutto”

C’è un aneddoto che ti va di raccontarci? O un rituale scaramantico?

“Tutte le partite uso sempre la stessa sotto maglia e lo stesso scalda muscolo”

Come ti tieni in forma in Brasile?

“Io in Brasile mi sto allenando 4 volte a settimana in palestra e tutte le volte che posso gioco con gli amici. E sicuramente ho tanto tempo in famiglia per ricaricare le batterie”

L’arrivo di un compagno di ruolo del valore di Putano sarà uno stimolo in più a far sempre meglio?                       

“Sicuramente sarà un stimolo in più. È un portiere che ha vestito tante volte la maglia della nazionale e dove ha giocato ha lasciato buone ricordi.  Sicuramente darà tanto al nostro gruppo ed anche per me come portiere e compagno di ruolo sarà di grandissima importanza”

 

Volgiamo lo sguardo al futuro…

“Sono molto felice di poter continuare la strada insieme al Maritime, visto gli sforzi che la società sta facendo per formare nuovamente un grande gruppo. È una situazione che ci dà ancora più voglia di lavorare e dare il massimo dentro al campo”.