Cus Molise, ultimo test match a porte chiuse. Sanginario: “Stiamo lavorando bene”

Cus Molise, ultimo test match a porte chiuse. Sanginario: “Stiamo lavorando bene”

Lunch match a porte chiuse per il Circolo La Nebbia Cus Molise che domani ad ora di pranzo (calcio d’inizio fissato alle 12) attende al Palaunimol la Lazio. Un test assai probante visto che la formazione capitolina, sarà impegnata, al pari dei molisani, nel torneo di serie A2 (girone B). La selezione di Marco Sanginario è reduce dalla bella figura fatta nel quadrangolare città di Campobasso con il secondo posto finale e la vittoria sull’Acqua e Sapone a dare ulteriore spinta alla squadra in vista degli impegni ufficiali. L’amichevole contro la Lazio servirà per mettere ulteriormente a punto gli schemi in vista del match interno contro il Pistoia che sabato 17 ottobre aprirà ufficialmente la nuova stagione di futsal per i biancorossi. Capitan Di Stefano e compagni hanno una gran voglia di ripartire dopo il lungo stop degli ultimi mesi a causa dell’epidemia da Covid 19.

SANGINARIO “La squadra ha lavorato bene fin dall’inizio della preparazione – argomenta il trainer Sanginario alla vigilia dell’ultimo test – e quanto visto durante il quadrangolare Città di Campobasso lascia sicuramente ben sperare in vista degli impegni ufficiali. Domani ospitiamo la Lazio calcio a 5 in quello che è il nostro ultimo test e cercheremo di mettere a punto gli ultimi dettagli in prospettiva campionato. Durante la preparazione ho visto un gruppo motivato e propenso al lavoro –  sottolinea – i ragazzi hanno messo grande determinazione e massima concentrazione in ogni seduta cercando di mettere sempre a frutto quello che è stato loro proposto. Sono soddisfatto del rendimento del gruppo, cercheremo di arrivare nel miglior modo possibile alla prima gara di campionato”. Il pensiero del tecnico va poi proprio alla stagione. “Sarà un cammino sicuramente insidioso – interviene Sanginario – con tante partite da giocare, nessuna delle quali scontata. Dovremo cercare di fare sempre il massimo e poi alla fine tireremo le somme. Sono convinto che sarà come sempre il gruppo a fare la differenza”.