Cobà, fiducia Campifioriti: “Abbiamo il roster per stare nelle posizioni che contano”

Cobà, fiducia Campifioriti: “Abbiamo il roster per stare nelle posizioni che contano”

Dopo una serie di gare rinviate causa Covid e alla vigilia della trasferta di Campobasso sul campo del Cus Molise, mister Leonardo Campifioriti fa il punto della situazione in casa Futsal Cobà.

Una sola gara giocata fino a questo momento sulle quattro previste dal calendario: come stanno i ragazzi e qual è il loro stato d’animo?
“Il fatto che per cause di forza maggiore questo sia un campionato anomalo inevitabilmente lascia degli strascichi. Allenarsi in questo contesto è quasi più strano che durante la preparazione estiva, perché almeno in quel caso durante il fine settimana vi è la verifica sul campo sotto forma di gara amichevole. Invece per ben tre volte siamo rimasti senza poter giocare e ciò indubbiamente ha ripercussioni sotto il profilo del mantenere alte le motivazioni. Devo però dire che ho un gruppo di ragazzi estremamente professionali: si allenano sempre concentrati e la società ci supporta a dovere, con passione e impegno. È ora di avere verifiche più probanti del lavoro svolto e la trasferta a Campobasso arriva a proposito”.

Nell’unica gara giocata, c’è il rammarico di un pareggio che, seppur ottenuto con un Buldog Lucrezia che sta facendo davvero bene, bastava poco per poterlo trasformare in vittoria. Mi riferisco in particolare all’episodio del secondo gol ospite.
“Senza dubbio. In quella situazione abbiamo commesso tre errori, di cui due gravi: più di tutta quanta la partita messa insieme, condotta molto bene fino a quel momento. Ciò testimonia due cose: la bontà del nostro impianto di squadra e la necessità di mettere benzina nel motore sotto forma di minuti giocati, altrimenti i cali di concentrazione sono dietro l’angolo e fisiologici”.

È molto presto per fare questa domanda, ma cosa pensi possa darti questa squadra? Quali ambizioni si possono ragionevolmente avere in questo girone C?
“Sono molto contento dell’organico che ho a disposizione e di come si stanno comportando i ragazzi. Credo vi siano tutte le possibilità per ben figurare e per arrivare nelle posizioni che contano in classifica. Disputare i playoff penso sia l’obiettivo più realista al momento, perché credo di avere nel mio roster elementi la cui classe ed esperienza lo possano permettere. Ma in tempi come questi bisogna andare per gradi: avere la pazienza di mettere in conto che non si possa avere tutto subito e che serva un rodaggio minimo per entrare a regime. Certo, il campionato con poche squadre non aspetta nessuno. Però bisogna percorrere la strada con ragionevolezza, altrimenti si rischiano sbalzi di rendimento”.

Ultima domanda: che gara ci aspetta con il Cus Molise dell’ex Cobà Mauricio Paschoal?
“Andiamo in Molise per vincere, pur consapevoli che avremo di fronte una squadra forte in Mauricio ma non solo, oltre che ben amalgamata. Squadra che ha anche alle spalle una società ambiziosa e appassionata di futsal: stanno creando interesse sempre crescente intorno ad esso, meritano un plauso. E noi dobbiamo avere l’approccio giusto. Vorrei una prestazione con più continuità della precedente. Ai progressi si accompagnano anche i risultati”.