Cln Cus Molise, Marro e la Final Eight: “Siamo un grande gruppo, proviamo a divertirci”

Cln Cus Molise, Marro e la Final Eight: “Siamo un grande gruppo, proviamo a divertirci”

Esperienza al potere. Miki Marro, il bomber tascabile, è uno abituato a giocare certe partite. Con il Cln Cus Molise venerdì giocherà i quarti di finale della Final Eight contro il Città di Massa al Palaunimol e lo farà sognando una storica semifinale. Alle sue parole abbiamo affidato sensazioni e prospettive per un grande evento. “Le sensazioni sono sempre le stesse – dice – Per un giocatore è bello vivere queste emozioni e lo è ancora di più poterlo fare davanti alla tua gente, nella tua regione, nella tua città, Campobasso. Abbiamo raggiunto questo traguardo che forse all’inizio nessuno si aspettava ma che è arrivato grazie alla forza di un grande gruppo. Ce la giocheremo al massimo delle nostre possibilità per portare a casa un risultato storico per questa città. Personalmente ho avuto la fortuna, con questa stessa maglia, di vivere certe emozioni quindici anni fa disputando la Final Four di A2 quindi so che cosa significa e mi auguro che raggiungeremo risultati migliori di quelli passati”.

Dall’avventura di Aosta sono passati molti anni e tante cose sono cambiate. L’esperienza e le motivazioni, allora come oggi, fanno la differenza.
“Quando avevo qualche anno in meno rispetto ad oggi, ho avuto il piacere di partecipare alla Final Four di A2 ad Aosta dove fummo battuti ad undici secondi dalla fine del secondo supplementare dalla Lazio Nepi in semifinale. Oggi, a distanza di quindici anni, le emozioni e le sensazioni sono le stesse perché mi ritrovo in una squadra sulla quale nessuno aveva scommesso a inizio stagione eppure è terza in classifica in campionato e ha raggiunto un risultato storico come l’accesso alla Final Eight di coppa Italia. La forza del gruppo e la coesione ci hanno permesso di arrivare a risultati così importanti”.

Nei quarti di finale ci sarà come avversaria il Città di Massa. L’obiettivo è fare bella figura di fronte al pubblico amico sognando la semifinale.
“Quando si giocano queste partite la priorità è scendere in campo e vincere. Poi se dai il 100% e non raggiungi l’obiettivo la cosa importante è uscire dal campo con la maglia sudata e aver onorato il nome della società, della città e della regione Molise”.

Per il Molise e per Campobasso quella della Final Eight è una vetrina importante non solo a livello sportivo. Concorda?

“Lo è sicuramente perché non tutti gli anni capita che una società molisana raggiunga la Final Eight. Ci è riuscita l’Isernia qualche anno fa e arrivò in semifinale, Noi cercheremo di giocarci la partita ad armi pari contro una squadra che è seconda in classifica nel suo girone. L’arma in più dovrà essere rappresentata dal sostegno della nostra gente dei nostri tifosi che ci auguriamo possano essere numerosi sugli spalti del Palaunimol”.