Città di Taranto, Liotino e un gruppo da ricordare: “Il migliore nei tre anni di A2”

Città di Taranto, Liotino e un gruppo da ricordare: “Il migliore nei tre anni di A2”

Sono passati quasi due mesi da quando il mondo del futsal si è fermato per via dell’emergenza Coronavirus. Due mesi sospesi nel tempo, quasi interminabili, soprattutto per chi era abituato a correre, a non fermarsi mai. Il 16 febbraio è stata l’ultima partita prima dello stop e la Divisione Calcio a 5, considerato il protrarsi dell’emergenza sanitaria ha comunicato il prolungamento della chiusura delle attività fino al 4 maggio 2020, salvo ulteriori proroghe. Mister Liotino, dal 2013 sulla panchina della Corim Città di Taranto, ha disputato 4 anni nel campionato regionale e l’attuale campionato sospeso per via del Coronavirus è il terzo in A2. E’ fondatore insieme al Dottor Mario Di Noi della Società nel 2012. Poi 5 anni fa l’attuale Presidente Gianni Marsico ha prelevato dal Dottor Di Noi l’intera società.

Mister Liotino, come valuta il cammino della sua squadra fino allo stop decretato dal governo?
“Non nascondo che mi stavo divertendo quest’anno. Penso che questo fosse il miglior gruppo a livello calcistico avuto nei tre anni complessivi in A2 nazionale. Eravamo a 5 punti dai playoff con una gara in meno e con lo scontro diretto da disputare. Playoff che, ad inizio stagione, erano l’obiettivo prefissato”.

La Divisione ha comunicato il prolungamento dello stop fino al 4 maggio. Che accadrà secondo lei dopo questa data?
“Nessuno potrebbe mai sapere cosa accadrà dopo il 4 maggio, si vive quotidianamente il tutto e le varie decisioni su questa problematica sanitaria, vengono prese in maniera molto oculata. Di certo non vorrei essere nei panni di chi ha la responsabilità di ogni decisione, sia a livello sportivo che dell’intero paese, sulla vita quotidiana. Solo il tempo potrà farci superare questo terribile momento per poter capire il da farsi”.

Se dovesse fermarsi tutto, come nel basket nella pallavolo e nel rugby, l’anno prossimo che scenario ci sarà?
“In realtà spero si fermi il tutto anche nel calcio a 5, come stato fatto in altre discipline, proseguire ormai non avrebbe senso per vari motivi. Ciò che mi preoccupa è il prossimo anno: ci saranno molte società che andranno in difficoltà proprio all’atto dell’iscrizione oppure qualcuna dovrà ridimensionare il proprio progetto. Noi della Corim Città di Taranto non vogliamo assolutamente fare il passo più lungo della gamba. Il Presidente Marsico saprà decidere il meglio per la società. Naturalmente solo lui potrà pianificare il tutto perché il massimo esponente societario, proprio in questi momenti, è l’unico che dovrà valutare il futuro. Per chi gira intorno è solo un gioco ed è facile esprimere pareri errati su ogni decisione”.