Chiereghin avverte il Giovinazzo: “a Ostuni gara ostica”

Chiereghin avverte il Giovinazzo: “a Ostuni gara ostica”

 «Quella di Ostuni sarà una partita ostica, difficile, il cui esito dipenderà dall’approccio mentale che avremo. Le ultime gare esterne le abbiamo approcciate male e siamo stati costretti a rincorrere. Mi aspetto una risposta da parte dei ragazzi, dopo la brutta prestazione di Conversano». Così Roberto Chiereghin, tecnico del Giovinazzo C5, presenta la trasferta sul campo dell’Olympique sesto in classifica, in programma sabato pomeriggio con fischio d’inizio alle ore 16.00. Nell’incantevole città bianca, arroccata su una collina che guarda l’Adriatico, non ci sarà lo squalificato Cutrignelli, mentre è pronto al debutto Montelli, primo rinforzo del mercato dicembrino. «Quella di Cutrignelli è sicuramente una mancanza importante – continua l’allenatore -. Le sue prestazioni superlative sono certificate da un dato: la sua, ormai, è una presenza fissa nella classifica dei cannonieri, ma Cutrignelli è anche leader nello spogliatoio, uno che non molla mai e che, a dispetto della sua giovane età, è anche un giocatore che sa caricarsi la squadra sulle spalle e prendersi responsabilità nei momenti topici di una partita. Detto questo, però, sono sicuro che sapremo disputare una buona partita anche senza di lui. Il gruppo, prima di tutto, e la squadra è consapevole del fatto che a Giovinazzo, tutti sono importanti, ma nessuno è indispensabile. Per quanto riguarda Montelli, invece, sono veramente contento perché è un giocatore che per caratteristiche fisiche si adatta perfettamente alla mia idea di futsal. Inoltre negli anni ha maturato una notevole esperienza a certi livelli e noi tutti speriamo possa metterla a disposizione della squadra». Sulla campagna trasferimenti invernale: «Il mercato sarà aperto fino a metà dicembre e in perfetta sintonia con il direttore sportivo e il presidente – conclude Chiereghin – siamo attenti ad eventuali situazioni che potrebbero sorgere in questi giorni, con l’obiettivo primario di salvaguardare i parametri societari, per continuare a crescere in maniera continua, e acquisire sempre più credibilità all’interno di questo movimento».

 

Nicola Miccione

Ufficio Stampa G.S. Giovinazzo Calcio a 5