Cataforio, che impresa a Regalbuto! L’Under 21 nei quarti di finale scudetto

Cataforio, che impresa a Regalbuto! L’Under 21 nei quarti di finale scudetto

In casa Cataforio, dopo l’amaro in bocca per la retrocessione della prima squadra, ci pensa l’Under 21 a riportare il sorriso sui volti dei dirigenti e tesserati.

Per il secondo anno di fila, i ragazzi terribili dell’ASD Cataforio, accedono ai quarti di finale scudetto compiendo un impresa in quel di Regalbuto.

Dopo gara 1 degli ottavi che li aveva visti soccombere in casa contro i pari età di mister Paniccia per 8 a 7, domenica 30 aprile serviva una gara perfetta per ribaltare il pronostico che era tutto a favore del Regalbuto, sia per il punteggio dell’andata sia per le capacità tecniche dei singoli giocatori capaci di arrivare a disputare la finale nazionale della Coppa Italia di categoria.

Non era facile, per la maggior parte dei nostri ragazzi (7 su 12) reduci dall’amara trasferta di Campobasso, approcciarsi alla gara con le giuste motivazioni considerato che bisognava recuperare almeno una rete, Appariva ancora più difficile il compito a fine primo tempo quando la squadra di casa era in vantaggio di due reti.

La voglia di non arrendersi mai e dimostrare a tutti che non era un caso la qualificazione ai play off per il secondo anno consecutivo, stravincendo il proprio girone, li ha fatti rientrare dall’intervallo più convinti che mai delle proprie potenzialità, riuscendo a ribaltare il risultato e chiudendo i tempi regolamentari in vantaggio per 4 a 3.

Quello che più ha colpito, chi ha assistito alla gara, è stata la mentalità messa in campo dai ragazzi del Cataforio, capaci di gestire il risultato nei tempi supplementari e giocarsi tutto nei calci di rigore.

Calci di rigore che hanno premiato chi ci ha creduto fino alla fine non mollando mai, primi fra tutti  i due mister Quattrone e Praticò ed a seguire tutti i giovani della rosa.

È difficile stilare una graduatoria di merito dei giocatori, tutti hanno contribuito a questo risultato ma vogliamo menzionare uno su tutti,  Ninì IRACÀ cl. 97, per la dedizione che ha dimostrato in questa stagione in quanto anche se non titolare, da ultimo arrivato ha saputo dare il massimo quando è stato chiamato in causa dimostrando, nella gara di Regalbuto, di essere stato l’asso nella manica del Cataforio.

Il prossimo avversario sarà la Block Stem Cisternino, formazione pugliese che è stata affrontata lo scorso anno ai sedicesimi play off. Sicuramente sarà una formazione diversa rispetto a quella già battuta lo scorso anno, prova ne è il cammino fatta dalla società Brindisina che dopo aver vinto il campionato di serie B lo scorso anno è riuscita a stravincere il campionato di A2 quest’anno, approdando al massimo campionato nazionale.

In vista del doppio confronto, il duo tecnico Quattrone e Praticò hanno concesso di riposo solo il 1 maggio, già da oggi (martedì 2) doppia seduta di allenamento, mattinata in palestra sotto le direttive del dott. Pignata e pomeriggio sul campo.

Che l’avventura abbia inizio!!!