Carrè Chiuppano, Masi si racconta: “Sogno di vestire la maglia della Nazionale”

Carrè Chiuppano, Masi si racconta: “Sogno di vestire la maglia della Nazionale”

Il protagonista dell’intervista settimanale è il giocatore Antonio Masi. Classe 1997, Antonio è nato ad Ortona e ricopre il ruolo di laterale. Arrivato dal Città di Montesilvano due anni fa, il giovane calciatore ha militato anche nella formazione U21 del CC. Le abbiamo definite interviste in Carrentena perché le domande, a differenza di quelle poste durante l’anno, lasciano in disparte il campionato in senso stretto, concentrandosi di più sui nostri protagonisti.

Quando e come hai capito che il futsal sarebbe diventato il tuo lavoro?
“Sin da piccolo il mio sogno era far diventare il calcio il mio lavoro e, quando ho provato a giocare a calcio a 5, ho capito che era ancora più realizzabile. Non ho ancora raggiunto i miei obiettivi, visto che pratico questo sport da pochissimi anni, però voglio arrivare a giocare i massimi campionati e a vestire la maglia della Nazionale”.

Oltre al futsal, quali sono le tue passioni?
“Mi piace giocare a calcio (ride, ndr). Oltre al futsal, mi piace mangiare, a volte cucinare (anche se preferisco la prima) e giocare alla PlayStation (ma solo quando non gioco a calcio o non mangio). Però la mia più grande passione è giocare a tutti gli sport, basta che ci sia il pallone da calcio quindi calcio a 5, a 8, a 11”.

Dove ti piacerebbe essere tra dieci anni?
“Tra dieci anni mi piacerebbe essere un giocatore conosciuto in tutta Italia, mi piacerebbe avere presenze in Nazionale e magari aver disputato qualche torneo importante con la maglia azzurra”.

Come stai trascorrendo queste settimane in quarantena?
“All’inizio è stato un po’ difficile ma dopo un po’ di giorni sono riuscito ad andare a prendere la mia ragazza, dato che non la vedevo da un po’. Passo il tempo con la mia famiglia, soprattutto mangiando. Nonostante la situazione, mi sto tenendo in forma a casa facendo il possibile”.