Carrè Chiuppano in visita alla Fondazione Carobbi Ceregatti. Castellotti: “Faremo la nostra parte”

Carrè Chiuppano in visita alla Fondazione Carobbi Ceregatti. Castellotti: “Faremo la nostra parte”
Giornata di rilievo quella di ieri per il Carré Chiuppano. Una delegazione della società, composta dal dirigente Silvio Castellotti e da Emanuele De Feo, ha fatto visita a Gaiba alla Fondazione Carobbi Ceregatti, alla presenza del sindaco Nicola Zanca, del vicesindaco Asia Trambaioli e dell’assessore e colonna portante della Fondazione, Davide Ceregatti.
LA FONDAZIONE CAROBBI CEREGATTI Il sodalizio nasce dall’intuizione di Stefano Carobbi, ex calciatore professionista di Fiorentina, Milan e Lecce con 202 partite e 3 gol in serie A e Davide Ceregatti, ex campione di atletica nella specialità 3000 siepi ed attuale assessore del Comune di Gaiba.

L’ATTIVITÀ BENEFICA Dal febbraio del 2012, la Fondazione ha svolto un’instancabile attività di organizzazione di manifestazioni ed eventi con un unico filo conduttore, che unisce sport e beneficenza. É presente poi sulla piattaforma eBay, dove mette all’ asta il materiale consegnato da società sportive, donando il ricavato in beneficenza, con un occhio di riguardo alle persone più bisognose, specie se bambini. Tra i momenti più significativi, la visita ad Amatrice del 2016, in cui la Fondazione ha donato 2.000 euro per la ricostruzione della scuola distrutta dal terremoto. Tra il 2012 ed il 2016 sono stati inoltre donati 3.000 euro complessivi a Città della Speranza, a beneficio di bambini bisognosi di cure oncologiche. Nel periodo di lockdown sono stati inoltre raccolti fondi per l’acquisto di mille mascherine e mille guanti in lattice, donati all’ospedale di Pesaro, al Rotary di Napoli e all’associazione Casa Amami di San Martino di Lupari.
I TESTIMONIAL Filippo Galli, Giovanni Stroppa, Dino Baggio, Gianpietro Piovani, Chicco Evani, Marco Cunico, Matteo Nichele, Humberto Honorio, Pablo Taborda, Mauro Canal, Michele Miarelli, Lorenzo Pietrangelo, Felipe Tonidandel, Valentina Margarito, sono alcuni tra gli atleti o dirigenti che a vario titolo hanno collaborato alle numerose iniziative benefiche.
I RICONOSCIMENTI Davide Ceregatti ha ricevuto nel 2012 e nel 2015 due encomi da parte del Presidente della Provincia di Rovigo. Quest’anno inoltre, nel mese di agosto, la Fondazione ha ricevuto dall’assessore regionale Cristiano Corazzari l’ ambito Leone di San Marco per l’impegno dimostrato durante il lockdown e per aver superato i 50.000 euro donati in beneficenza.
LA COLLABORAZIONE Il Carré Chiuppano ha donato materiale sportivo che sarà messo all’asta su eBay ed il ricavato sarà come di consueto devoluto per gli importanti progetti benefici dell’associazione. Nel corso della stagione, inoltre, la società biancazzurra, insieme a numerosi altri club, prenderà parte al Foundation Day, giunto alla terza edizione. L’evento di solidarietà coinvolge squadre di Serie A e Serie B di calcio a 5, oltreché di Lega Pro e serie D di calcio. I team giocheranno con le toppe della Fondazione cucite sulle maglie ed al termine degli incontri ogni società donerà una maglia da mettere poi all’ asta.
LE DICHIARAZIONI DEI PRESENTI Per il Carré Chiuppano le parole del dirigente Silvio Castellotti: “Quella trascorsa a Gaiba é stata una splendida giornata. Per una società come la nostra, sempre attenta a tematiche di carattere sociale, l’incontro con la Fondazione Carobbi Ceregatti rappresenta un momento particolarmente importante. Siamo rimasti colpiti dall’attività dell’associazione polesana e faremo la nostra parte per contribuire agli importanti scopi benefici da questa perseguiti”. Per la Fondazione, le parole di Davide Ceregatti: “É un vero onore avere incontrato una società seria e generosa come il Carré Chiuppano. Non solo come membro della Fondazione ma anche come assessore del comune di Gaiba, insieme al Sindaco e ad al Vicesindaco oggi presenti, mi auguro di poter proseguire la collaborazione a partire dal Foundation day, in programma quest’autunno. È grazie a società come queste se recentemente abbiamo raggiunto l’importante traguardo di 50.000 euro donati e l’onorificenza del Leone di San Marco. Mi piacerebbe un domani fare cifra tonda e raggiungere quota 100.000 euro. In quell’ occasione, il mio sogno sarebbe festeggiare….con una laurea ad honorem!”.