Carrè Chiuppano, ascolta Josic: “Vietato abbassare la guardia”

Carrè Chiuppano, ascolta Josic: “Vietato abbassare la guardia”

L’intervista di questa settimana ha come protagonista un giocatore che non avrebbe bisogno di presentazioni. Quando dici Carrè Chiuppano infatti il primo nome che viene in mente è uno solo: Dalibor Josic! Classe 1990, il portiere di origini bosniache è alla sua ottava stagione in squadra e, con la fascia da capitano salda sul braccio, guida una valorosa compagine verso i propri obiettivi!

Sabato scorso il Carrè Chiuppano AV ha vinto per 5-1 contro il Città di Mestre, descriveresti la partita a chi non era presente?
Sabato abbiamo fatto un’ottima partita contro una squadra impostata bene in fase difensiva. Siamo stati bravi a continuare con il nostro gioco e tenere sempre sotto controllo gli avversari.

Diamo un’occhiata alla classifica: primo posto per Carrè Chiuppano, Villorba e Faventia a 19 punti, la Fenice a 18 e poi tre inseguitrici a 11. Possiamo già parlare di fuga a quattro?
La classifica è corta ma abbiamo visto fino ad ora che il campionato è molto imprevedibile, perciò direi che non è ancora il caso di parlare di fuga a quattro.

I marcatori dedicano quasi sempre a qualcuno i propri goal, tu a chi vorresti dedicare le tue parate?
Diciamo che le mie parate le dedicherei alla mia famiglia in primis, che mi appoggia sempre, poi ai miei compagni e a tutti i nostri tifosi.

Sabato il CCAV affronterà il Manzano, attualmente in zona playout: da capitano, cosa dirai ai tuoi compagni prima del match?
Sabato abbiamo una di quelle partite che io ritengo delicatissima perché, già da ora, loro hanno bisogno di punti salvezza e noi di punti per proseguire sulla nostra strada! Cosa dirò ai miei compagni: che abbiamo bisogno dei tre punti e solo quello ci interessa, per questo non possiamo abbassare la guardia nemmeno per un secondo e dovremo giocare al massimo, anche se le nostre posizioni in classifica sono distanti!

Monica Vezzaro