Campello Motors CdM verso l’esordio, Candeo: “Abbiamo lavorato sull’attenzione”

Campello Motors CdM verso l’esordio, Candeo: “Abbiamo lavorato sull’attenzione”

Pronti? Via! Sabato 5 ottobre 2019 alle 16 il Campello Motor’s CdMestre fa il suo esordio per la stagione 2019/2020 nel girone C di Serie B. Un girone nuovo ma uguali obiettivi. Gli arancioneri di mister Antonio Candeo vogliono essere protagonisti sino alla fine e chi ben comincia è già a metà dell’opera. “Siamo pronti. Nonostante la sconfitta di sabato, ci sono state delle note positive nella prestazione sia per quanto riguarda l’insieme di gioco, ma anche per l’aspetto mentale nell’affrontare l’avversario. Ci è mancata ancora la lucidità sotto porta che speriamo di trovare con dei correttivi sui quali stiamo lavorando in settimana”. 

Squadra carica al punto giusto, quindi, per la Polisportiva Cavezzo?
“Sì. Andiamo a trovare una squadra che ha tre giocatori di categoria superiore, tra questi Marzali, contro i quali bisogna alzare moltissimo il ritmo per non lasciar loro il tempo di ragionare. Stiamo lavorando molto sull’intensità perché devono rincorrerci. Chiaro che è sempre un esordio, una prima in casa e l’importante è affrontarla senza troppa tensione. Ci vuole equilibrio nel nostro sport, nello sport in generale, quando si devono affrontare determinate situazioni per non farsi prendere dalla frenesia, perché diventa tutto controproducente. Mantenendo quell’equilibrio che è necessario per poter vincere il campionato, quello che ti riesce a dare la continuità nel rendimento”.

Evitando quelli errori per cui abbiamo pagato caro prezzo anche contro Arzignano.
“In settimana sia io che Carlo Toso abbiamo lavorato su questo aspetto. È stato fatto molto sull’attenzione, migliorando l’aspetto mentale in modo da saper prendere la decisione giusta quando è necessario. Ma vedendo quanto fatto in settimana, io sono positivo, molto fiducioso per domani. Anche se Cavezzo, secondo gli addetti ai lavori, è sicuramente da considerare avversario nel lotto delle favorite. In questo girone ci sono alcune formazioni che hanno quintetti molto competitivi, ma una panchina corta. Noi invece che possiamo contare su una rosa ampia, con giocatori che devono ancora crescere sul piano dell’esperienza ma che hanno capacità tecniche elevate, dobbiamo sfruttare queste nostre caratteristiche. Rispettando sempre tutti gli avversari ma senza alcun timore reverenziale”.

Già a partire da sabato con Cavezzo.
“Contro cui ci attendiamo il supporto del nostro pubblico, perché averlo al tuo fianco nei momenti di difficoltà della partita, che non mancano mai, è un’arma in più!”