Bergamo, Kela sfida la capolista: “Con i Saints Pagnano impegno ed entusiasmo”

Bergamo, Kela sfida la capolista: “Con i Saints Pagnano impegno ed entusiasmo”

Il Bergamo resta in una posizione tranquilla: il pareggio al cardiopalma di sabato scorso contro un ottimo Pavia (5-5) lo fa restare nella nona posizione della classifica e, ad oggi, salvo. La sfida è comunque apertissima se si considera che dietro a meno un punto c’è sempre la Domus Bresso, a meno due il Futsal Savigliano e in coda con 9 punti l’Avis Isola. Quest’ultima la scorsa giornata è caduta in casa della capolista Saints Pagnano, prossima avversaria dei bergamaschi di mister Battaia.

KELA – Ai microfoni, post Pavia, ha parlato uno dei senatori del Bergamo calcio a 5, Leons Kela, alla sua settima stagione in maglia rossoblù: “Anche questa, come tutte le nostre partite, è stata dai mille volti. Siamo riusciti a portarci subito sul 2-0 pensando di aver messo la partita sul binario giusto, invece il Pavia ha avuto un grande reazione d’orgoglio e ha pareggiato prima della fine del primo tempo. Nel secondo tempo sembrava si fosse imposta la formazione pavese tanto da portarsi sul 3-5, ma noi siamo riusciti a recuperare dando una scossa molto positiva alla gara. Anzi sul finale con il portiere di movimento abbiamo anche provato a vincere, non ci siamo riusciti, ma siamo contenti della reazione che abbiamo avuto e del pareggio ottenuto contro una così buona squadra”. Kela parla anche della prossima gara, che definisce speciale: “Quella con i Saints è una partita speciale: ci sono dei nostri ex compagni del Bergamo e affrontarli è sempre bello e stimolante. Loro sono i primi della classe e meritano la prima posizione, ma noi ce la metteremo tutta anche perché vogliamo ancora dei punti per essere ancora più tranquilli. Da parte nostra massimo impegno ed alto entusiasmo dopo questi quattro risultati utili consecutivi”. La partita con i Saints Pagnano, in effetti, ha tutte le carte in regola per essere davvero un match affascinante: da ricordare che i meratesi, sul campo di Costa di Mezzate, sono crollati contro uno strepitoso Bergamo in Coppa Italia per 7-3, uscendo dalla competizione. Un’altra faccia della medaglia si è invece mostrata nella partita di andata: a Merate la formazione orobica ha subito la più dolorosa sconfitta del campionato (10-4). Conti o no il fattore campo, Il Bergamo non ha paura: gli imperativi sono giocarsela con tutti e portare a casa la salvezza.