Bergamo, al PalaSanQuirico è un altro scontro diretto. Di Gregorio: “Isola? Match delicato” 

Bergamo, al PalaSanQuirico è un altro scontro diretto. Di Gregorio: “Isola? Match delicato” 

Sabato scorso, il Bergamo calcio a 5 ha centrato uno degli obiettivi più importanti di questo intenso mese di febbraio: vincere lo scontro diretto contro il Futsal Savigliano. E lo ha fatto senza troppi problemi chiudendo il primo tempo avanti per 3 reti a 0 e chiudendo il match, al suono della sirena finale, con il tabellino sul 9 a 3. Una vittoria desiderata, cercata ed ottenuta che ridà ai rossoblù la fiducia di cui avevano bisogno da tempo. Ma la lotta per la salvezza è ancora apertissima se si pensa che al fondo della classifica ora c’è l’Avis Isola, con 8 punti, preceduta dal Futsal Savigliano rimasto fermo a 10 punti, gli stessi che ora ha il Bergamo; sopra di solo un punto c’è la Domus Bresso, reduce da un prezioso pareggio casalingo ottenuto con l’ex capolista Real Cornaredo. Insomma, la vittoria fa bene al morale ma la strada è ancora tortuosa e i bergamaschi non hanno avuto nemmeno il tempo di godersi la vittoria che già sabato sono chiamati a giocare un altro scontro diretto. Ad attenderli c’è proprio l’Avis Isola nella splendida cornice del Pala San Quirico ad Asti.

DI GREGORIO – Sabato scorso, nel post partita, ha parlato il numero 10 del Bergamo, Di Gregorio, che ha raggiunto, con gli ultimi 5, i 20 goal totali in campionato e il secondo posto in classifica marcatori del girone A di serie B: “Questa vittoria ci voleva, era una partita importantissima e avevamo bisogno di portare a casa 3 punti. Abbiamo dimostrato sul campo di meritarci questo riscatto, ma adesso dobbiamo subito rimetterci al lavoro. Sabato prossimo abbiamo un’altra partita delicata ed importante per noi e abbiamo voglia di dimostrare che non ci meritiamo questa posizione in classifica”. Nel match di andata, gli astigiani avevano avuto la meglio in un 1 a 4 che pesò tantissimo sul morale della squadra: sabato di certo non sarà facile senza il supporto dei propri tifosi, ma il Bergamo ha fame di riscatto e uno stato d’animo decisamente più sereno.